Curiosità Tv/Radio 

Zdenek Zeman ospite speciale a Ballando con le stelle

L'ex tecnico del Lecce si è esibito in una coreografia ballando sotto le note di ''Sempre e per sempre'' di Francesco De Gregori.

Un grande nome nella storia del calcio italiano ed ex tecnico della squadra del Lecce nella stagione di Serie A 2004-2005, è stato ospite speciale della trasmissione ''Ballando con le Stelle''.

Zdenek Zeman si è esibito in una coreografia ballando sotto le note di ''Sempre e per sempre'' di Francesco De Gregori.

Mister Zeman ha raccontato, alla padrona di casa Milly Carlucci, alcuni episodi della sua lunga ed eccezionale carriera che lo ha reso amato e odiato dai tifosi ma mai dimenticato.

Il tecnico boemo ha allenato la squadra del Lecce nella stagione 2004 -2005 ottenendo la salvezza in serie A. In quella stagione i giallorossi, con una forte identità di gioco, divennero una potenza offensiva seconda solo alla Juventus.

Sul palco, Milly Carlucci ha fatto recapitare al boemo il saluto di due bomber che con Zeman sono esplosi nel grande calcio.

Il primo videomessaggio è di Beppe Signori che ha chiamato Zeman ''Maestro'' ed ha ricordato un episodio: ''Quando sono arrivato a Foggia mi hai chiamato bomber, ma io non ci credevo. Avevi visto in me delle qualità che io non sapevo di avere. Ti voglio bene''.

Poi è stato il momento di Ciro Immobile: ''Non basterebbero dieci minuti di video per raccontare l’anno passato insieme, è stato pieno di emozioni e ci siamo divertiti un sacco. Lui però diceva sempre - Bene tutti tranne Ciro, che mi sta rovinando la squadra - Ti mando un abbraccio mister''.

Infine, Zednek Zeman ha presentato il suo libro ''La bellezza non ha prezzo'', la biografia della sua vita dalle origini alla carriera.

di Adriana Greco


Potrebbeinteressarti


A Otranto ''Mediating Italy in global culture''

Da domenica 9 giugno a mercoledì 12 giugno un’esperienza di apprendimento immersiva sulle forme e sui percorsi che la cultura, l’arte, il cinema e i media italiani affrontano per circolare nel mondo.