Politica Tv/Radio Lecce 

Il Centrosinistra: ''A Lecce enorme ed evidente problema che riguarda Telerama''

Partiti, Movimenti, Liste Civiche della coalizione Civica, Moderata, Progressista e Riformista contro l'emittente televisiva leccese. Rifiutati gli inviti alla trasmissioni sul ballottaggio.

Levati di scudi da Partiti, Movimenti, Liste Civiche della coalizione Civica, Moderata, Progressista e Riformista contro TeleRama, tanto da decidere di non partecipare alle dirette in occasione del ballottaggio tra Adriana Poli Bortone e Carlo Salvemini.

In una nota congiunta delle forze di centrosinistra si legge: ''L'informazione radiotelevisiva è un servizio pubblico. Lo Stato consente anche a privati di offrirlo, tramite concessioni di frequenze di proprietà pubblica, ed eroga alle tv locali finanziamenti che rivengono dal canone radiotelevisivo che tutti i cittadini pagano. Le regole sulla base delle quali le frequenze vengono concesse ad un operatore privato impongono l'osservanza di precisi doveri, tra i quali l'equilibrio politico negli spazi di informazione, che non possono in nessun caso diventare canali di propaganda ad uso prevalente di una parte politica o di singoli movimenti''.

''A Lecce c'è un enorme ed evidente problema che riguarda l’emittente televisiva Telerama, di proprietà di un consigliere regionale di centrodestra, che, negli ultimi cinque anni e ancora in questa campagna elettorale, ha mostrato clamorose difficoltà nel rispetto delle regole della par condicio e più in generale dell’equilibrio politico degli spazi informativi''.

''È ora di affrontare questo problema, che rappresenta un tema rilevante per la comunità leccese e salentina. Che è privata del diritto ad essere informata tramite la tv locale con completezza, tempestività e continenza sui temi della politica e dell'amministrazione cittadina. Ed è sottoposta invece ad un quotidiano flusso di informazioni e di presenze televisive clamorosamente sbilanciato verso una sola parte politica''.

''Partiti e movimenti della coalizione di centrosinistra intendono agire informando puntualmente tutti gli organi di vigilanza e di controllo al fine di reclamare una informazione corretta e imparziale al servizio del cittadino''.

''In chiusura, ribadiamo il nostro rispetto nei confronti dei giornalisti di Telerama, essi stessi vittime di un controllo esasperato dei propri servizi da parte dell'editore. E annunciamo che per dare un segnale alla comunità salentina, sempre più indignata dalla condotta di un’emittente che appare al servizio di una parte politica, ci asterremo dal partecipare a tutte le trasmissioni di informazione politica in studio a Telerama per il turno di ballottaggio''.


Potrebbeinteressarti


A Otranto ''Mediating Italy in global culture''

Da domenica 9 giugno a mercoledì 12 giugno un’esperienza di apprendimento immersiva sulle forme e sui percorsi che la cultura, l’arte, il cinema e i media italiani affrontano per circolare nel mondo.