Ambiente Politica Tuglie 

No alle antenne, anche a Tuglie l'opposizione chiede verifiche sul 5G

Il gruppo di opposizione chiede al sindaco di emanare un’ordinanza per vietare la sperimentazione o l’installazione delle antenne

Il no al 5G arriva anche a Tuglie, dove il gruppo consiliare Bene Comune con Alessandra Moscatello, Gianpiero Pisanello e Valentina Serini, ha interpellato il sindaco chiedendo in via preventiva, prima che si verifichi l’occasione, di emanare un’ordinanza in cui si vieti a chiunque la sperimentazione o installazione del 5G sul territorio del Comune di Tuglie, applicando il principio precauzionale sancito dall’Unione Europea, in attesa di dati scientifici più aggiornati fra i quali la nuova classificazione della cancerogenesi delle radiofrequenze 5G annunciata dall’International Agency for Research on Cancer.

Già nei giorni scorsi i Comuni di Morciano di Leuca, Racale, Parabita, Neviano, Nociglia e Aradeo hanno emesso ordinanze che vietano l’installazione di nuove infrastrutture.

 

Potrebbeinteressarti

Un nuovo logo per gli 80 anni della Cgil Lecce

Scelta l’idea di Davide Colluto, studente del ''Don Tonino Bello-Nino Della Notte''. Per un anno accompagnerà le iniziative e la comunicazione del sindacato. Il 23 aprile la premiazione nella scuola a Poggiardo.