Inchiesta sui compensi per la stagione lirica. Indagati Gabellone e Manni

martedì 18 giugno 2019

Chiuse le indagini dell’inchiesta coordinata dal pubblico ministero Paola Guglielmi.

Compensi non dovuti per la stagione lirica: c’è questa ipotesi nell’inchiesta coordinata dal pubblico ministero, Paola Guglielmi, relativa a una serie di presunti illeciti, relativi al triennio compreso tra il 2012 e il 2015. Alla chiusura delle indagini, ci sono due indagati eccellenti, accusati di abuso d’ufficio, ovvero l’ex presidente della Provincia di Lecce e della Fondazione Ico Tito Schipa, Antonio Gabellone, e Grazia Manni, direttrice amministrativa della Fondazione.

Stando all’accusa, i due avrebbero violato la norma di legge che regola lo svolgimento di qualsiasi incarico conferito dalle pubbliche amministrazioni a soggetti che ricoprono cariche elettive e che prevedeva esclusivamente il rimborso delle spese sostenute e la fruizione di gettoni di presenza, senza superare la soglia 30 euro a seduta.

Secondo il pm i due non avrebbero rispettato l’articolo 97 della Costituzione riguardante il buon andamento e l’imparzialità della Pubblica Amministrazione, in quanto Gabellone avrebbe percepito illecitamente compensi lordi annuali pari a quasi 48mila euro, mentre Manni avrebbe dovuto impedire l’erogazione delle somme in favore del presidente.

I due indagati, tramite i propri legali, avranno venti giorni a disposizione per chiedere di essere interrogati o produrre memorie difensive

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
12/11/2019
Allerta meteo arancione diramata dalla Protezione Civile: ...
Cronaca
12/11/2019
La banda in fuga con un bottino da migliaia di ...
Cronaca
12/11/2019
Polemiche per la mancata chiusura delle scuole a ...
Cronaca
12/11/2019
L'operazione si è conclusa stamattina: nei guai un ...
Si possono ottenere grandi risultati (compresa la perdita di peso) con un regime alimentare che prevede la riduzione ...
clicca qui