Legato, rinchiuso in un sacco e gettato in un canale: salvato in extremis un povero cane

lunedì 18 febbraio 2019
Il terribile episodio - fortunatamente a lieto fine - è accaduto nel territorio di Galatone. Intervento dei vigili del fuoco per salvarlo.

Un gesto di una crudeltà infinita nei confronti di un povero cagnolone abbandonato ad una fine lunga e dolorosa. E' accaduto nelle campagne di Galatone dove un cittadino ha segnalato la presenza di un cane, fortunatamente ancora vivo, all'interno di un canale. Con le zampe posteriori legate, rinchiuso in un sacco ancora vivo, il povero cane era stato gettato via come un rifiuto, in attesa che sopravvenisse la morte. Nel tentativo disperato di sopravvivere, l'animale teneva a fatica il muso fuori dall'acqua, ma senza l'intervento di qualcuno non sarebbe riuscito a liberarsi e sarebbe certamente morto per ipotermia. Provvidenziale è stata la segnalazione di una persona che passata di lì, ha allertato i volontari che, a loro volta, hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco. Tirato fuori dall'acqua, il povero cane terrorizzato - di circa 7/8 anni e privo di microchip - è stato ora affidato alle cure del canile di Galatina. 

A rendere ancora più inquietante l'episodio, il fatto che accanto al cane vi erano altri sacchi con all'interno dei maiali già morti. La coincidenza farebbe pensare quindi che l'autore dell'indicibile gesto sia lo stesso per entrambi i fatti.

A segnalare il caso e postare i video e le foto, poi rimbalzati su diverse pagine di associazioni animaliste, Maria Voltino e la pagina Ci metto lo Zampino.

Qui il video del momento del ritrovamento
Altri articoli di "Animali"
Animali
20/05/2019
Un evento straordinario perché dimostrerebbe la ...
Animali
17/05/2019
Carcasse di animali spiaggiati sul litorale adriatico salentino: il rinvenimento di un ...
Animali
17/05/2019
Il tratto di spiaggia si trova a Torre Inserraglio: circa ...
Animali
15/05/2019
Il cucciolo sarebbe finito in un compattatore.  Un ...
Nel Dipartimento Salute Mentale leccese i pazienti sono tanti: si arriva lì quando le condizioni sono già ...
clicca qui