Cronaca Scuola Società Lecce 

Anche a Lecce la Giornata internazionale dei bambini scomparsi

Campagna di informazione e sensibilizzazione della Polizia di Stato.

Il 25 maggio ricorre la “Giornata internazionale dei bambini scomparsi”, istituita nel 1983 dalle Nazioni Unite e, nell’occasione, la Polizia di Stato, da sempre impegnata nel prevenire e contrastare questo fenomeno, ha messo a disposizione dei ragazzi e dei genitori un pieghevole informativo ed un segnalibro, distribuiti dalle Questure nelle scuole e durante alcuni eventi pubblici.

L’azione divulgativa è finalizzata alla diffusione di consigli utili su come prevenire la possibile scomparsa di un bambino e su quali siano le informazioni più efficaci da seguire per poter fronteggiare il fenomeno una volta accaduto.

Anche la Questura di Lecce ha aderito all’iniziativa e questa mattina gli operatori hanno svolto una intensa attività di sensibilizzazione sull’argomento, incontrando gli studenti di alcune scuole elementari e medie di Lecce e provincia, distribuendo i dépliant pieghevoli ed i segnalibro agli studenti.



Forte è stato l’entusiasmo dei piccoli nel vedere tra i banchi i poliziotti che, tra una lezione e l’altra, hanno invitato gli studenti a “non scappare per nessun motivo” ma, al contrario, a parlare con i più grandi, genitori, amici, insegnanti e forze dell’ordine.

Non a caso anche la comunicazione tra la Polizia di Stato ed i giovani si è adeguata ai tempi.

Infatti, agli ordinari mezzi di comunicazione, già da diversi anni si sono aggiunti altri mezzi come l’app Youpol che è l’app che mette in contatto i giovani con la Polizia di Stato e permette di segnalare reati di bullismo e cyberbullismo, anche in forma anonima.

Nei vari incontri gli studenti hanno raccontato episodi accaduti nella vita quotidiana per i quali i poliziotti hanno saputo dare gli opportuni consigli, supportati da brochure e segnalibro esplicativi con il logo della Polizia di Stato.


Potrebbeinteressarti

Un nuovo logo per gli 80 anni della Cgil Lecce

Scelta l’idea di Davide Colluto, studente del ''Don Tonino Bello-Nino Della Notte''. Per un anno accompagnerà le iniziative e la comunicazione del sindacato. Il 23 aprile la premiazione nella scuola a Poggiardo.