Cronaca Galatina 

Scontri in Galatina-Grottaglie, emessi 3 daspo

Sono a carico di tre soggetti, individuato grazie alle immagini della videosorveglianza, con durata che varia tra i 4 ed i 5 anni in base alla gravità delle condotte.

Lo scorso 3 novembre sono stati notificati i provvedimenti di D.A.SPO, ossia i Divieti di Accedere alle Manifestazioni Sportive, emessi dal Questore di Lecce, a carico di tre soggetti con durata differenziata da 4 a 5 anni in base alla gravità delle condotte dei soggetti interessati, in quanto il loro comportamento è stato considerato pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica.

I tre tifosi galatinesi sono stati ritenuti responsabili dei disordini avvenuti in occasione dell’incontro di calcio disputatosi nel campo sportivo di Galatone, valevole per il campionato regionale di Promozione pugliese girone B 2023/'24 dell'8 ottobre scorso tra le squadre del Galatina e del Grottaglie, che ha visto la partecipazione di circa 650 tifosi, di cui 60 supporters della formazione ospite.

Durante il match, da parte degli ultras galatinesi sono stati esplosi vari petardi, che tra l’altro hanno causato delle leggere ferite ad uno spettatore presente, ma i momenti più concitati si sono verificati al termine dell’incontro di calcio dove i supporters della compagine galatinese travisati ed armati di cinghie e bastoni tentarono di venire a contatto con i tifosi ospiti, scontri che furono evitati solo grazie al tempestivo intervento del personale della Polizia di Stato impegnato nella tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

L’immediata indagine curata dal Commissariato di Polizia di Galatina concentratasi fin da subito sulla visione delle immagini girate durante l’incontro ed all’esterno dell’impianto sportivo, ha permesso di identificare nell'immediatezza tre responsabili, i quali nella giornata successiva ai disordini, sono stati sottoposti a perquisizioni domiciliari col sequestro di maglie, sciarpe e passamontagna utilizzati per celare i volti e aste di bandiere usate per il tentativo di assalto alla tifoseria ospite.

Sono in corso ulteriori attività d’indagine al fine di individuare gli altri responsabili dei disordini avvenuti per l’emissione di adeguate misure di prevenzione.


Potrebbeinteressarti


Incidente mortale sulla Pista Porsche di Nardò

In uno scontro con la moto che conduceva all'interno della pista ha perso la vita il collaudatore 36enne Mattia Ottaviano di Tuglie. La Ntc: ''Vicini al dolore dei familiari. Collaboriamo con le autorità''.