Cultura Curiosità Eventi Diso 

A Marittima il 1° Concorso internazionale di poesia “Prof. Vitale Boccadamo”

Due sezioni una dedicata alla poesia in vernacolo salentino e l’altra in lingua italiana per valorizzare scrittori e poeti che si vogliono esprimere in lingua dialettale o produrre opere sull’albero di fico.

L’associazione Higo “Festa della Fica”, al fine di valorizzare scrittori e poeti che si vogliono esprimere in lingua dialettale o produrre opere sull’albero di fico, ha indetto un concorso letterario sul tema “l’albero di fico, tessuto sociale e territorio circostante”, suddiviso in due sezioni una dedicata alla poesia in vernacolo salentino e l’altra in lingua italiana.

Il concorso è aperto dall'1 aprile al 15 giugno prossimo. I partecipanti possono inviare gli elaborati a concorso.festadellafica@gmail.com, come dettagliatamente riportato sul relativo bando pubblicato sui canali social dell’associazione.

Alla chiusura una commissione di esperti letterati valuterà i testi ricevuti individuando tre opere per ogni segmento, per poi premiare i vincitori il 16 agosto in occasione del Convegno “Prospettive di valorizzazione della biodiversità del fico in Puglia” che tradizionalmente inaugura la Festa della Fica.

Il concorso è dedicato al Prof. Vitale Boccadamo fervido sostenitore sulla necessità di custodire la propria storia e salvaguardare il patrimonio culturale immateriale di ogni comunità: ''…spinto anche dal desiderio di non rischiare di dimenticare la mia prima lingua, poiché anche le lingue, se non usate per alcuni anni vanno a finire nel dimenticatoio''.

Il poeta nato a Marittima il 18 aprile 1951 si laureava in Lingue e Letterature Straniere nel 1977 presso l’Università di Lecce. Inizia la carriera di docente di Lingue straniere presso vari istituti superiori della provincia di Vercelli; dal 1986 è stato docente di lingua e civiltà francese presso l’istituto Alberghiero ''A. Moro'' di Santa Cesarea Terme fino a settembre del 2010.
Si spegneva prematuramente l’8 febbraio 2013 a Marittima e il 27 aprile 2018 gli veniva intitolata la biblioteca dell’IPSEO di Santa Cesarea Terme.
Nel 2001 pubblicava “Storielle Paesane” e nel 2005 “Versi no-strani”; raccolte di poesie in vernacolo salentino.


Potrebbeinteressarti


Nicola Gratteri a Novoli

Domani, nella centralissima Piazza Regina Margherita, il procuratore promuoverà il suo libro "Il Grifone", in un evento ideato e curato dall’Associazione socio-culturale "Sinergie Sociali".

Torna RocAnticA Conversazioni

Da giovedì 25 luglio torna il format con la direzione artistica di Daniele Rielli, che ospita noti personaggi del panorama nazionale che si racconteranno al pubblico.