Cronaca Lequile 

Lequile, si toglie la vita studente di 21 anni

Ha chiuso con la vita stringendosi un cappio intorno al collo, a soli 21 anni. Lui che sorrideva al futuro, studioso, diligente e pieno di amici. G.G., di Lequile, se n’è andato venerd&ig...

Ha chiuso con la vita stringendosi un cappio intorno al collo, a soli 21 anni. Lui che sorrideva al futuro, studioso, diligente e pieno di amici. G.G., di Lequile, se n’è andato venerdì notte, sopraffatto da pensieri bui che gli graffiavano l’animo, al punto da portarlo al gesto peggiore, estremo, irreversibile. Quando i suoi genitori l’hanno trovato, privo di vita, ormai era troppo tardi e in quella casa, colpita di botto da una tragedia così grande, è stato dolore. Studente presso il liceo scientifico De Giorgi di Lecce, dopo la maturità nel 2009, G.G. aveva scelto la facoltà di Fisica dell’Università del Salento. Si dava da fare, assennato e rigoroso. Ma era anche molto timido e forse tra le pieghe di quel modo di fare, garbato e discreto, il 21enne si è nascosto, lasciando naufragare nel peggiore dei modi le ansie, le inquietudini e anche le delusioni, tipiche di quell’età. Una famiglia perbene, la sua. Mamma, papà e una sorella, gente semplice. Un’esistenza tranquilla, fino a quel fulmine che l’altra notte ha rotto tutti gli equilibri. Non è chiaro, al momento, se G.G. abbia lasciato biglietti o altri messaggi che spieghino il suo gesto, i carabinieri mantengono il massimo riserbo sulla vicenda. Inutile ogni tentativo dei familiari del ragazzo, di trarlo in salvo. G.G. ormai era cianotico, il suo cuore si era fermato per sempre. Oggi  pomeriggio, alle 16.30, saranno celebrati i funerali presso la chiesa di Maria Santissima Assunta. La notizia della scomparsa del ragazzo ha raggiunto Valladolid, in Spagna, dove alcune compagne di scuola si sono trasferire per seguire il Progetto Erasmus: “Era un ragazzo veramente bravo..”, le parole delle amiche all’estero, “era molto studioso, aveva un carattere abbastanza particolare.. Era timido però allo stesso tempo sapeva rapportarsi con le persone.. è una tragedia assurda..”.   Fabiana Pacella   

Potrebbeinteressarti