Solidarietà Porto Cesareo Sannicola Tuglie 

Pranzo di Pasqua per i più bisognosi: a consegnarlo sono i carabinieri

Non solo un pasto caldo ma anche uova di cioccolato, smartphone e tablet: militari in campo per la solidarietà

Oltre ai carabinieri della stazione di Porto Cesareo che si sono fatti promotori di una lodevole iniziativa a supporto delle famiglie più bisognose dell’area cesarina, nella mattinata di Pasqua anche i carabinieri di Gallipoli, di concerto con la Caritas, hanno assicurato un pranzo di Pasqua a 60 persone più bisognose, individuate da tutti i sacerdoti della Città bella.

Iniziativa similare è stata presa dalla stazione di Sannicola, i cui militari, assieme ai colleghi della locale Associazione Nazionale Carabinieri, hanno consentito a 30 persone di Sannicola e 30 di Tuglie, di usufruire di un sostanzioso pranzo pasquale. A Copertino invece, i militari hanno acquistato numerosi buoni spesa per i più bisognosi. A Neviano ancora, i Carabinieri della locale Stazione hanno acquistato 6 tablet per 6 famiglie con figli, che non disponevano di pc o smartphone per studiare da casa.?Infine sempre a Gallipoli, i Carabinieri della Stazione hanno portato 9 uova di Pasqua alle suore dell’istituto degli angeli. 


Potrebbeinteressarti

Solidarietà nel quartiere 167 di Lecce: sei associazioni coinvolte

Nasce nel quartiere 167 di Lecce la rete della solidarietà. Ben sei le associazioni che hanno aderito all’iniziativa promossa dal coordinamento di “Villeggiatura in panchina” per dar vita ad un programma di integrazione solidale in grado di offrire sostegno alle famiglie dei quartieri in difficoltà in questa fase di pandemia