Società Solidarietà 

Dalla Tunisia a Milano: la traversata di beneficienza della salentina Vincenza Lofino

L'operatrice umanitaria affronterà un viaggio in bicicletta per una raccolta fondi gestita sulla piattaforma Gofundme.

A partire da oggi, l’operatrice umanitaria Vincenza Lofino, in collaborazione con l’associazione italiana ResQ - People Saving People, affronterà un viaggio in bicicletta per una raccolta fondi gestita sulla piattaforma Gofundme. L’obbiettivo è quello di raggiungere 3000 euro durante la traversata che partirà dalla Tunisia, precisamente da Siti Bouzid, e che terminerà, a circa cinquanta giorni dalla partenza, in Italia, precisamente a Milano, per un totale di 3000 chilometri. L’intera trasferta sarà interattiva e sarà possibile restare aggiornati in diretta sul percorso affrontato grazie al GPS coordinato dalla piattaforma hellotracks.com.

«Con il mio viaggio voglio collegare simbolicamente i due paesi che più di tutti gli altri sono coinvolti nel fenomeno migratorio della traversata del Mediterraneo, simulando con il mio sforzo fisico la stessa tratta di viaggio che i migranti in partenza dalle coste libiche e tunisine, e provenienti da tutte le parti dell’Africa, affrontano per poter trovare un luogo e un porto e un posto sicuro passando attraverso il Mar Mediterraneo» spiega l’operatrice umanitaria Vincenza Lofino, aggiungendo «Ma non solo. C’è un aspetto chiaramente personale e culturale: vorrei promuovere l'importanza della cultura della bicicletta, della mobilità alternativa e della sostenibilità ecologica di chi sceglie di spostarsi in bici per viaggiare, e non in ultimo, il sostegno all'indipendenza – anche fisica e sportiva - di una donna che è e può essere in grado di percorrere lunghe distanze in solitaria in contesti - come quello arabo-magrebino, così anche quello dell’ Occidente - spesso considerati complicati per la gestione della sicurezza personale e dell'empowerment femminile. Questa Impresa ha in sé molte valenze per me».

Migrazione, ecosostenibilità e empowerment femminile, in questo viaggio in bicicletta umanitario vengono racchiuse grandi tematiche sociali contemporanee, sostenute dalla collaborazione di ResQ - People Saving People, che dichiara dal proprio sito ufficiale «Dopo le prime due missioni, che hanno portato in salvo 225 persone grazie alla partecipazione di tanti come te, ci prepariamo a ripartire per la terza missione nel Mediterraneo: sali a bordo, riempiamo la stiva e la cambusa e torniamo in mare per salvare altre vite umane».

L’associazione italiana che opera nel Mar Mediterraneo, infatti, è impegnata a salvare vite umane nelle acque continentali attraverso la sua nave civile”, pensata e realizzata interamente dalla società civile, tramite campagne di crowdfunding di raccolta fondi online, eventi e iniziative su tutto il territorio nazionale. La ResQ People naviga nel Mar Mediterraneo centrale, salvando esseri umani e salvaguardando i diritti di tutti: “people saving people” perché sono le persone che salvano le altre persone.

Vincenza Lofino, classe 1984, nasce e cresce in Salento, in provincia di Brindisi, successivamente dal 2009 viene adottata da Milano e dal mondo che esplora da anni. Si definisce un’Umanista e un’Umanitaria per indole, professione e vocazione. Ha collaborato con varie agenzie umanitarie, ONG, associazioni di Croce Rossa e Nazioni Unite, lavorando in Italia, Medio Oriente, Africa (Est, Ovest e Maghreb), svolgendo per più di 10 anni brevi periodi di volontariato internazionale tra: Nepal, Uganda, Brasile, Sudan, Cisgiordania, Serbia, Samos (Grecia) e Mar Mediterraneo. Una formazione umanistica: una laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Internazionale a Lecce, studi di Cooperazione Internazionale all'Istituto ISPI di Milano e una passione smodata per la scrittura che coltiva sin dai tempi del liceo. Nel tempo libero è una sportiva, una ciclista e si diletta quando può, nella poesia performativa durante gli spettacoli di Slam-Poetry, nei quali riporta in poesia la sua esperienza da operatrice umanitaria.


Potrebbeinteressarti