Eventi Società Lecce 

Per un archivio di storie a Borgo Pace

Il 4 e 5 dicembre formazione e presentazione del progetto promosso da Camera a Sud aps.

Le storie, anche quelle che sembrano piccole piccole, sono tasselli importanti di un racconto corale che contribuisce a narrare la Storia con la esse maiuscola. Il progetto “Per un Archivio di storie di vita a Borgo Pace ” intende raccontare e conservare la memorie storica, visiva e orale, di un’area della città di Lecce in profonda trasformazione, attraverso la creazione di un Archivio Digitale.

L’associazione Camera a Sud aps, da anni inserita nel contesto di Borgo Pace con il centro multiculturale Crocevia, è promotrice di questo progetto di digitalizzazione della memoria, che si ispira al già noto Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano. Co - finanziato dal Ministero della Cultura, con Fondi PNRR destinati alla Transizione Digitale degli Organismi Culturali e Creativi, l’idea è nata dalla collaborazione con Mario Perrotta.

Un Museo Digitale che intende tenere insieme i volti, le lettere, le immagini e le storie di chi ha abitato e vissuto Borgo Pace sin da quando era campagna e periferia della città di Lecce. Oggi fulcro di profonde trasformazioni urbanistiche e sociali, il quartiere rischia di perdere la sua identità più autentica. Un'identità a cui si intende dare voce e volto attraverso il racconto e il confronto tra generazioni, costruendo relazioni e occasioni sempre nuove di incontro.

Due gli appuntamenti previsti: lunedì 4 dicembre un incontro formativo, che si terrà a Crocevia, tenuto da Natalia Cangi e Filippo Massi, in qualità di esperti formatori per la Fondazione Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano (partner di progetto) e martedì 5 dicembre con la presentazione ufficiale, che si terrà al Polo Biblio museale di Lecce, alla presenza del sindaco Carlo Salvemini, di Ettore Bambi, operatore culturale e giornalista, di Natalia Cangi dell’Archivio Diaristico Nazionale, di Gigi De Luca, Direttore del Polo Biblio Museale Castromediano, della presidente della Commissione Pari Opportunità Anna Toma e della presidente dell’associazione Camera a Sud, Ilaria Florio.

Lunedì 4 dicembre, Crocevia, 17.00 – 19.00: Formazione con Natalia Cangi e Filippo Massi, della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano, per la condivisione di pratiche, esperienze metodologie metodologie utilizzate per la creazione del primo Archivio Diaristico nazionale. Un progetto che è riuscito a restituire un racconto sentimentale e autobiografico delle tante storie e testimonianze che compongono a creare la storia di un Paese, prima anche che dell'Italia. La formazione è aperta e gratuita e si rivolge a cittadini e cittadine di borgo pace, fotografi, artisti, urbanisti, architetti, sociologi, studenti universitari e a tutti coloro che sono curiosi di scoprire il profondo valore comunicativo e trasmissivo delle immagini.

Martedì 5 dicembre, Polo Biblio Museale, ore 9.30: Con Carlo Salvemini, di Ettore Bambi, operatore culturale e giornalista, di Natalia Cangi dell’Archivio Diaristico Nazionale, di Gigi De Luca, Direttore del Polo Biblio Museale Castromediano, della presidente della Commissione Pari Opportunità Anna Toma e della presidente dell’associazione Camera a Sud, Ilaria Florio.


Potrebbeinteressarti