Cronaca Collemeto 

In vacanza nel Salento, rubano le monete dalla lavanderia automatica: denunciati

Si tratta di due napoletani riconosciuti dalle telecamere di sicurezza del negozio situato nella frazione di Collemeto. L’episodio risale allo scorso 15 agosto

Sono stati incastrati dalle immagini i due napoletani autori del furto delle monete di una lavanderia a gettoni nella frazione di Collemeto. L’episodio risale allo scorso 15 agosto. A chiamare gli agenti della Polizia, il titolare dell’esercizio che aveva trovato, all’apertura, la gettoniera di cambio monete parzialmente divelta dal muro mentre il pc portatile, che era riposto su di una mensola, era sparito. I poliziotti dalle immagini, hanno potuto vedere che intorno alle 16, si era presentato un giovane, di circa 20 anni, a torso nudo con un cappello con visiera tipo baseball scendere da una Mercedes Classe A di colore rosso, guidata da un altro giovane, e dirigersi verso l’entrata del negozio. Qui, il ventenne ha tentato di staccare dal muro la gettoniera cambia denaro, senza riuscirci e, dirigendosi verso la mensola da dove ha prelevato un computer portatile precipitandosi verso l’auto in attesa dove lo attendevano due complici.

Dall’esame delle immagini di videosorveglianza i poliziotti hanno ricavato la targa del veicolo che è risultato essere intestato ad una donna residente a Napoli. Con la collaborazione dei poliziotti del Commissariato di Scampia, è risultato che il veicolo era utilizzato, al momento, dal figlio in vacanza a Gallipoli con alcuni amici. Il prosieguo delle indagini, terminate nella giornata di oggi, ha consentito agli investigatori del Commissariato di Galatina di identificare oltre al conducente, ossia il figlio della proprietaria L.G. di 19 anni, anche l’autore, B.G. di 20 anni, entrambi napoletani, e di denunciarli in stato di libertà per il reato di furto in concorso.

               

Potrebbeinteressarti


Ciolo, rinasce il ponte icona del Salento

Mercoledì saranno illustrati i lavori eseguiti, poi la cerimonia di riapertura del Ponte, col taglio del nastro, l’accensione dell’illuminazione ed il passaggio della prima vettura.