Web e Social Lecce 

No della Curia al concerto di Levante: ecco la sua risposta

La cantante ha affidato a Instagram lo sfogo personale dopo il rifiuto della Curia alla realizzazione del suo concerto il 6 agosto in Piazza Duomo. A distanza di poche ore dal rifiuto della Curia l...

La cantante ha affidato a Instagram lo sfogo personale dopo il rifiuto della Curia alla realizzazione del suo concerto il 6 agosto in Piazza Duomo. A distanza di poche ore dal rifiuto della Curia leccese al concerto di Levante in piazza Duomo, arriva la risposta. La cantante ha affidato a Instagram il suo sfogo personale: "Ho aspettato alcune ore perché quando mi è stato detto che c'erano alcuni problemi sulla data di Lecce per un rifiuto della Curia, non volevo crederci, finché tutte le testate italiane non hanno confermato questa voce spaventosa  - dichiara Levante - La chiesa ci insegna ad analizzare i testi, e qui invece siamo davanti a delle persone che si sono fermate a leggere un titolo. E siccome si parla di offesa alla sacralità, io vorrei rispondere con il fatto che io ho difeso la sacralità della donna, paragonando i dolori di una donna maltrattata ai dolori di Cristo".  Il riferimento è evidentemente al testo della canzone "Gesù Cristo sono io" in cui la donna ferita è paragonata al Cristo in croce. Levante rassicura poi i fan sulla realizzazione del concerto del 6 agosto, i cui biglietti erano già stati messi in vendita. "Finché c'è qualcuno che mi ascolta io prendo una chitarra e vado a suonare all'angolo di una strada - afferma la cantante - Io in Salento suonerò comunque, un posto lo trovo".

Potrebbeinteressarti