Cultura Lecce 

Al Crocevia la «Cucina senza frontiere»: si comincia con la cena brasiliana

Domani a partire dalle 20 il primo appuntamento per spaziare tra saperi e sapori dei paesi di provenienza delle comunità migranti che vivono a Lecce

Parte al Crocevia di Lecce, un nuovo ciclo di appuntamenti con le cucine dal mondo. Al via domani, mercoledì 8 luglio, dalle 20, “Cucina senza frontiere” per spaziare tra saperi e sapori dei paesi di provenienza delle comunità migranti che vivono a Lecce. Dal Brasile al Senegal, passando per l’India, il Messico, il Kenya, l’Afghanista e il Marocco. Un viaggio oltre le frontiere, alla scoperta di culture e luoghi, attraverso il linguaggio universale del cibo, un modo per conoscersi e avvicinarsi sempre un po' di più alle persone e alle culture straniere che abitano le nostre comunità.

Per partecipare è necessario prenotare ed essere soci dell’associazione Camera a Sud, cuore pulsante del centro multiculturale Crocevia e promotrice del ciclo di eventi dedicati al cibo. Il contributo richiesto per la cena supporta progetti e iniziative sociali e culturali orientati a sviluppare comunità sempre più inclusive.

Crocevia è una di quelle realtà pugliesi, nate grazie ai finanziamenti regionali, che da subito ha imparato a camminare sulle proprie gambe. Avviato nel 2017, con PIN Pugliesi Innovativi, il centro multiculturale è diventato punto di riferimento e aggregazione per studenti universitari, associazioni e popolazione straniera. Dopo una proficua campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Rete del Dono e il trasloco nel quartiere Borgo Pace, Crocevia ha ripreso le attività nella nuova e spaziosa sede, con una formula rigenerata.

Al suo interno, convergono Camera a Sud, associazione di promozione sociale e cuore pulsante del centro, il Consorzio Sale della Terra Salento e la Cooperativa FORE, questi ultimi attivi nel settore dell’agricoltura coesiva e sociale.

Ingresso riservato ai soci AICS (è possibile tesserarsi in loco). I giorni di apertura serale sono: mercoledì, giovedì, venerdì e domenica dalle 18.30 alle 24.00.

Potrebbeinteressarti