Cronaca Lecce Patù Porto Cesareo Ugento 

Abusivi sulla costa, liberati 1.400 mq e sequestrate 250 attrezzature: 3 denunce

Operazione della Guardia Costiera a Torre San Giovanni, Patù, Punta Prosciutto e Spiaggiabella

Tre aree demaniali per un totale di 1400 mq abusivamente occupate, sono state liberate dalla Guardia Costiera perché utilizzate in maniera esclusiva senza alcun titolo autorizzativo. Alle prime ore del mattino il personale di Gallipoli, a Torre San Giovanni di Ugento, ha accertato l’occupazione abusiva di un’area demaniale marittima adiacente ad uno stabilimento balneare. Il proprietario dello stabilimento balneare aveva, di fatto, aumentato l’area demaniale in concessione, occupando circa 1.280 mq di spiaggi libera. In particolare, 74 ombrelloni e 148 lettini sono stati posti sotto sequestro e il titolare dello stabilimento balneare è stato denunciato. Il tratto di litorale occupato è stato restituito, alla libera fruizione dei cittadini.

Analoga attività di sequestro è stata effettuata sia dal personale dell’Ufficio Locale Marittimo di San Cataldo, a Spiaggiabella, che dai colleghi di Torre Cesarea, a Punta Prosciutto. In entrambi i casi i soggetti che si erano impossessati di una parte della spiaggia libera erano due noleggiatori di attrezzature balneari, che avevano posizionato le loro attrezzature: denunciati due soggetti e restituita alla libera fruizione 100 mq di spiaggia.

Sempre nell’ambito dei controlli sul litorale, il personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Santa Maria di Leuca ha posto sotto sequestro una serie di pedane realizzate da ignoti e collocate sul litorale di Patù in località Pozzo Pasulo. Creata quindi una discesa a mare occupando circa 30 mq di arenile senza alcun titolo concessorio e autorizzativo. Denunciate tre persone, posti sotto sequestro penale 83 ombrelloni e 170 lettini e restituiti circa 1.400 mq. di spiaggia libera.

Potrebbeinteressarti