Turismo Maglie 

Tappa nel Salento per il “Rallye Aéro France”: venti velivoli in traversata sull’Europa

I viaggiatori del “rally aereo della pace e della fraternità” sono atterrati all'aviosuperficie di Corte de' Droso prima di spendere un paio di giorni nel Salento

Ha fatto tappa nel Salento nei giorni scorsi il Rallye Aéro France, traversata su aerei da turismo che da 28 anni si propone di gettare ponti nel Mediterraneo con l'iniziativa descritta dai suoi organizzatori come “Il rally aereo della pace e della fraternità”.

Circa 20 velivoli sono partiti da Angèrs, in Francia, diretti ad Atene per un viaggio di 15 giorni che si è snodato tra Italia settentrionale, Slovenia, Bosnia-Erzegovina (a Sarajevo), Albania (a Tirana) e poi è approdato in Grecia, prima di riprendere la strada del ritorno verso il paese transalpino. Dopo la tappa ad Atene, il Rallye si è diretto su nella zona tra Maglie e Melpignano, dove i viaggiatori hanno potuto atterrare all'aviosuperficie di Corte de' Droso prima di spendere un paio di giorni nel Salento. Ad attenderli al loro arrivo una piccola delegazione locale con la consigliera comunale Mariateresa De Maggio a fare gli onori di casa.

La zona di Maglie si conferma crocevia dalle molte potenzialità nel turismo, e Jean Michel Collineau, patron della manifestazione, si è detto lieto di essere tornato qui (già nel 2017 il Rallye Aéro France passò dalla città). Uno scambio di souvenir con il responsabile dell'aviosuperficie, un buffet di specialità salentine a ristorare i turisti e poi per loro una gita a Otranto, organizzata - come il resto della permanenza del folto gruppo - da Chiriatti Tour.

Il Rallye Aéro France è alla sua 26esima edizione; le prime interessarono Francia e Spagna, poi dal 2001 si aggiunsero il Marocco e poi il Portogallo, e dal 2007 in avanti il rally ha toccato Tunisia, Corsica, Libia, Algeria, Grecia, Cipro, Libano, area balcanica e ovviamente Italia. Un viaggio lungo quasi 30 anni e che ha ancora tanti chilometri (di volo) davanti.

Potrebbeinteressarti