Cronaca Tricase Puglia sette 

Ok della Regione, via al progetto di screening rapido per Covid-19 a Tricase

Il progetto presentato dal Comune ha ricevuto parere favorevole dal responsabile Pierluigi Lopalco. I test saranno eseguiti su soggetti più esposti al contagio.

Anche a Tricase il progetto pilota di screening rapido per il virus Covid-19. Lo fa sapere il sindaco Carlo Chiuri dopo aver ricevuto dal professore Pier Luigi Lopalco, Responsabile Coordinamento Emergenze Epidemiologiche della Regione Puglia, il parere favorevole. 

«Si tratta di screening con test sierologici “rapidi” IgM/IgG su soggetti a rischio di esposizione al virus Covid-19, sulla falsariga della sperimentazione condotta presso l’IRCCS Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” di Bari sugli operatori sanitari, della quale nei giorni scorsi sono stati anticipati i risultati – scrive Chiuri – ribadisco ,come già indicato nel progetto predisposto con la collaborazione del consigliere Vincenzo Chiuri e sottoposto all’attenzione del Prof. Lopalco, che si tratta di uno screening di tipo epidemiologico volto a valutare la circolazione del virus sul territorio del nostro Comune e che mai si è voluto dare a questo esame il valore di test diagnostico in grado di rilevare la presenza o meno del virus nell'individuo testato.

Il progetto riguarderà le categorie di persone del nostro Comune potenzialmente a rischio di esposizione al virus Covid-19 in relazione alla loro attività svolta nei servizi di pubblica utilità. Ciò permetterà anche di avere a disposizione un campione di osservazione più composito ed eterogeneo (rispetto a quello omogeneo dell’Istituto Tumori di Bari, costituito solo da operatori sanitari), dunque potenzialmente più rappresentativo delle varie categorie di persone a rischio di esposizione al virus e delle differenti strade di possibile circolazione dello stesso».

Potrebbeinteressarti