Cronaca Gallipoli Maglie Tricase 

Ancora a spasso senza motivo: in 35 denunciati nelle ultime ore

Denunciato a Nardò un uomo che aveva appiccato un falò per bruciare rifiuti

Raccomandazioni e controlli danno i primi frutti: calano, sebbene siano ancora numeri alti, le denunce dei carabinieri per violazione degli obblighi imposti dal decreto anti-contagio.

Sono 8 le persone denunciate nelle scorse ore dai carabinieri di Gallipoli, altre 13 sono state identificate e denunciate dai militari della Compagnia di Maglie nel territorio di competenza. Altre 14 persone sono state invece denunciate dai carabinieri della Compagnia di Tricase nell'arco delle ultime 24 ore.  

In  località “Grotta” in agro del comune di Nardò, i carabinieri della Forestale di Gallipoli hanno denunciato a piede libero un uomo che aveva realizzato un piccolo falò all’interno del terreno di sua proprietà per bruciare rifiuti speciali non pericolosi: materiale ferroso, plastico e legnoso costituito da pneumatici completi di cerchione, sedie, bottiglie in plastica e mobilio in legno. All’arrivo della pattuglia il cumulo era in combustione. 

Il responsabile è stato identificato e denunciato in merito all’illecita combustione di rifiuti speciali non pericolosi e per essersi spostato dalla propria abitazione senza giustificato motivo. 


Potrebbeinteressarti