Teatro 

I “tableaux vivants” di Caravaggio prendono vita: emozioni sul palco di Ultimi fuochi

Teatri 35 presenta “Per grazia ricevuta”-Tableaux Vivants, di e con Gaetano Coccia, Francesco O. De Santis e Antonella Parrella

Le tele si compongono sotto l’occhio dello spettatore coinvolto in un’esperienza mistica e sensoriale. È questa la performance sui tableaux vivants di Caravaggio in scena a Spongano, il 27 novembre alle 19 presso il centro di aggregazione giovanile. Per grazia ricevuta affonda le radici in un’esperienza laboratoriale di svariati anni che pone al centro il corpo dell’attore.

La costruzione del quadro non è il fine perché ciò che viene ricercata è una modalità di lavoro in cui il corpo è semplice strumento, un mezzo alla pari di una stoffa o di un cesto. Nella ricerca di Teatri35, Caravaggio è stato un incontro provvidenziale e ha ispirato la creazione di un atto scenico che, in un gioco di luci e ombre, svela il corpo senza mostrare e rimanda senza ostentare.

Al termine dello spettacolo, verrà proiettato il cortometraggio “Una promessa” realizzato dalle ragazze e dai ragazzi che hanno partecipato al laboratorio di cinema curato da Ignazio Oliva e Davide Micocci nell’ambito del progetto Effetto farfalla. Ultimi Fuochi Teatro continua ad attraversare il mondo dell’arte con performances che coinvolgono gli spettatori i prima persona.



Potrebbeinteressarti