Cronaca Taviano 

Parte la vaccinazione a Taviano: da sabato dosi per malati gravi e disabili

La vaccinazione è stata affidata ai medici di base. Si parte sabato 17 dalle 8 alle 18

Si comincerà a vaccinare sabato prossimo 17 aprile, già dalle prime ore del mattino e fino alle 18 del pomeriggio, a partire dalle persone più fragili, che rientrano nella categoria degli estremamente vulnerabili; malati gravi, invalidi civili al 100% accompagnati, disabili gravi riconosciuti dalla legge 104 art.3 comma 3, che verranno contattati dagli stessi medici di base ai quali è stata affidata la pratica della vaccinazione. Successivamente si procederà con altre categorie secondo le modalità stabilite direttamente dalla Asl; è il risultato che è riuscito ad ottenere il sindaco Giuseppe Tanisi che nei giorni scorsi, scrivendo ad Asl e Regione Puglia, aveva protestato contro la decisione di concentrare su Gallipoli gli interventi di vaccinazione per tutti i comuni del Distretto Sociosanitario di Gallipoli. 

Secondo un accordo di collaborazione tra Asl - distretto sociosanitario di Gallipoli e Comune di Taviano pertanto, e con il supporto di tutti i medici di base della città che hanno garantito al sindaco la loro totale disponibilità ad espletare essi stessi la pratica di vaccinazione soprattutto nei confronti di soggetti più a rischio, da sabato sarà possibile dare avvio alla vaccinazione a Taviano, presso la nuova struttura Luigi e Roberto Fasano , un ex capannone di ortofrutta, alle spalle del Mercato Ortofrutticolo, che i coniugi Emilio e Rosilde Fasano, per impegno dello stesso sindaco Tanisi, all'epoca assessore ai lavori pubblici, (che oltre alla donazione riuscì ad ottenere un finanziamento di €. 1.820.000,00 da parte della Regione Puglia e a provvedere alla realizzazione dell'opera)  avevano donato al Comune allo scopo di creare  un centro polifunzionale in ricordo dei figli prematuramente scomparsi.

 È il risultato di un impegno che portiamo avanti con serietà è il commento del primo cittadino, un'azione amministrativa che si qualifica soprattutto per l'attenzione che riserviamo ai nostri anziani, ai soggetti più fragili e ai cittadini tutti dei quali siamo impegnati a tutelare la salute e ai quali cerchiamo di evitare i disagi come quello che il trasporto presso il centro hub di Gallipoli avrebbe procurato. Tra le tante opere pubbliche che in questo periodo abbiamo avviato nella nostra Taviano, credo che questa possa essere annoverata tra le opere pubbliche morali a beneficio dei tavianesi che ci onoriamo di servire con umiltà, con onestà e con amore.

Potrebbeinteressarti