Spettacoli Melpignano 

Al Palazzo Marchesale di Melpignano lo spettacolo “Babbatu”

Mercoledì 25 agosto alle 21.30, presso il Palazzo Marchesale di Melpignano, è di scena lo spettacolo “Babbatu”, col testo e la regia di Pierluigi Mele

Mercoledì 25 agosto alle 21.30, presso il Palazzo Marchesale di Melpignano, è di scena lo spettacolo “Babbatu”, col testo e la regia di Pierluigi Mele, le musiche di Marco Tuma, e con Emanuela Gabrieli (voce), e Roberta Refolo (danza).

Uno spettacolo sul Salento attraverso i cinque sensi. Attraverso le storie “di confine” di figure esemplari: Idrusa la popolana, Masì il pescatore cieco, Edith l'ebrea sopravvissuta, Enzo il capomafia perduto. Attraverso i simboli di cinque luoghi definiti: Otranto, Castro, Santa Cesarea, Leuca, Gallipoli. E poi il sonno a bocca aperta di “Frate Asino”, le tavole di San Giuseppe, le fabbriche del tessile “in nero”, Renata Fonte. Memorie, suggestioni, miraggi legati al vissuto di noi tutti.

Dalle figure primitive delle grotte ai deserti delle cave, dal biancore della calce all'incognita del mare. Prende così vita un’esplorazione dell’anima dei luoghi, messa in scena con la passione della scoperta e la freschezza dello stupore. In BABBATU fanno da guida i libri che del Salento hanno parlato, ma attraverso una riscrittura scenica agile, per un teatro di affabulazione che stabilisce un’intimità diretta con il pubblico.

- Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria - Posti limitati

Prenotazione biglietto sul seguente link

- I biglietti sono individuali, per cui è possibile prenotare un solo biglietto a persona.

- Info: 3756041184

- Accesso consentito con GREEN PASS da esibire con un valido documento di riconoscimento

- Rassegna Suoni e voci in giardino realizzata nell'ambito di “Melpignano Promuove Cultura”. 

Potrebbeinteressarti


Poesia e musica alle Tenute di Al Bano Carrisi

Un incontro all’insegna del “bello” per festeggiare le 74 candeline della psicoterapeuta e scrittrice Maria Rita Parsi a Curtipitrizzi nelle Tenute di Al Bano con un parterre d’eccezione sotto le stelle del Salento con le stelle dell’arte visiva, della musica, della poesia coordinate dal curatore d’arte Salvo Nugnes