Solidarietà Lecce 

Crisi afghana: Lecce pronta ad accogliere le famiglie dei collaboratori

Pronti ad accogliere e mettere in sicurezza le famiglie dei collaboratori afghani del nostro contingente a Kabul ed Herat ha dichiarato il presidente del consiglio Mignone

Nota del Presidente del Consiglio Comunale di Lecce Carlo Mignone.

“Facendomi interprete e portavoce del Consiglio Comunale del Comune di Lecce, esprimo sostegno e solidarietà alle donne ed ai bambini afghani, che in queste ore drammatiche sono in fuga dal loro Paese.

Già diversi Comuni italiani tra i quali Roma e Milano hanno manifestato la loro disponibilità a prevedere nei loro progetti Sai posti specifici per i collaboratori afghani e le loro famiglie.

Il Consiglio Comunale di Lecce, in questo momento drammatico e di emergenza umanitaria, si unisce a quanto espresso in una nota inviata al Ministro dell’Interno Lamorgese  dal delegato per l’Immigrazione Anci, Matteo Biffoni sindaco di Prato, con la quale l’Anci esprime la disponibilità dei Comuni italiani ad accogliere, mettendole subito in sicurezza,  le famiglie dei collaboratori del contingente militare a Kabul e presso il comando di Herat. 

A nome del Consiglio Comunale, chiedo al Sindaco Salvemini di esprimere la piena disponibilità a conferire aiuti e sostegno alle donne e bambini in fuga dall’Afganistan e di rimanere a disposizione delle determinazioni del Governo, nello spirito di accoglienza ed integrazione che da sempre connota la nostra città”.

Potrebbeinteressarti