Società 

Due riconoscimenti “Le Fonti Awards” per 2 aziende del gruppo Et

A dimostrare la felice e prospera strada intrapresa sono i numerosi premi e riconoscimenti vinti dalle aziende che fanno parte del gruppo; e infatti anche quest’anno, durante la dodicesima edizione di Le Fonti Awards, il gruppo Et ha gioito del privilegio di partecipare e vincere.

Nella splendida cornice di palazzo Mezzanotte, uno dei luoghi più prestigiosi di Milano e sede della Borsa Italiana, la giuria delle Fonti Awards ha premiato due aziende del gruppo: Energy Tecno e EtMembers. Riconosciute rispettivamente per la sezione:

•    Eccellenza dell’anno. Innovazione & consulenza energie rinnovabili;

•    Piattaforma Online dell’anno. Innovazione Marketplace per servizi professionali.

Con la considerevole motivazione di essere state in grado di distinguersi nel panorama imprenditoriale italiano grazie all’alta ambizione, i progetti introdotti e l’innovazione apportata nei settori di competenza.
Questi encomi sono un vero fiore all’occhiello per un’azienda tanto giovane. Ma viene spontaneo chiedersi cos’è realmente “l’innovazione” per Daniel Taurino, proprietario e fondatore del gruppo Et.
Per poter rispondere a questa domanda sarà necessario fare un passo indietro e provare a comprendere la contemporaneità con cui ci relazioniamo tutti i giorni. Osservando il circostante appare chiaro che il mondo, oggi, corre velocemente. Il progresso non vuole arrestarsi e spesso lo sviluppo non è in grado di stargli dietro. Sembra un processo destinato a consolidarsi. Eppure non è sempre così, esistono delle società in grado di conciliare – in un quasi perfetto e catartico stato di coesione e umanità – il bene dell’azienda e di tutto quello che c’è intorno, dai dipendenti, ai collaboratori, senza però dimentica i compratori. I veri soggetti dell’interro ingranaggio.
L’obiettivo di Daniel Taurino vuole essere esattamente questo. Il suo sguardo è rivolto agli altri; ecco perché Et è il perfetto connubio tra sostenibilità e innovazione, tra progresso e sviluppo. Il reale rinnovamento non può che essere sostenibile, perché il profitto se non ha come oggetto la salvaguardia del circostante e il benessere altrui non è altro che improduttivo egoismo.
L’interesse del gruppo Et è rivolto, proprio per questo motivo, al felicità delle famiglie e delle generazioni future. E per fare la differenza si avvale della rivoluzione digitale ed energetica, così da offrire alle imprese e ai privati la possibilità di uno stile di vita migliore.
Attraverso EtMembers ed EtsShop si vuole ridefinire il rapporto che si istaura tra compratore e acquirente. L’idea è quella di creare una nuova sinergia tra domanda e offerta dove a guadagnarne siano tutti componenti della filiera. E a garanzia di questa riqualificazione dei rapporti lavorativi, ma anche umani, c’è un marchio serio, forte e riconosciuto come quello di Et, che seleziona e si affida solo al meglio.

Ma chi è Daniel Taurino?

Per alcuni le idee non sono altro che obiettivi da realizzare. Sarà per questo che esistono delle personalità uniche nel loro genere a cui viene attribuito l’appellativo di: visionario. Il riuscire a vedere in maniera chiara e concisa ciò che ancora non esiste, ed essere in grado di realizzare l’impossibile per renderlo accessibile a chiunque non è cosa da tutti ed è la caratteristica cardine di qualsiasi genio creativo.
Daniel Taurino ha avuto di certo in sorte questa dote. Ovviamente però il solo genio non basta, e difatti la più grande intuizione di Daniel è stata quella di riuscire a trovare un fidato e capace gruppo di collaboratori. Il fondatore di Et ha investito nel valore delle persone che aveva intorno e ha creato una squadra in continua crescita che crede e lotta per la realizzazione di un progetto ambizioso e vincente.
Per Daniel, tra i tanti, è stato illuminante l’incontro con Noemi Calogiuri, ormai suo braccio destro
e pensiero critico del gruppo. Noemi è la parte razionale e pragmatica della compagnia, che riesce a bilanciare il mondo iperuranico di Daniel; una sorta di demiurgo che riordina e dà forma alle realtà immaginifiche di D. Taurino. È lei, infatti, che trova il sistema per realizzare nel migliore dei modi possibili i sogni del fondatore di Et. E a giudicare dagli ottimi risultati, sia economici che di engagement e di stima i due formano una combo perfetta.

Potrebbeinteressarti