Società Lecce 

Stop all'aborto in Usa, D'Antini: «Salto indietro nella storia sui diritti delle donne»

L'intervento di Filomena D'Antini consigliera di Parità della provincia di Lecce

La corte suprema usa abolisce la sentenza sul diritto all'aborto, una maggioranza netta, 6 giudici contro 3 hanno cancellato la sentenza roe vs wade del 1972, che garantiva l’aborto praticabile fino a 7 mesi di gravidanza.

«L'interruzione di gravidanza non può diventare un contraccettivo, ma di fatto lo è diventato e questo se da un lato è inaccettabile dall'altro ci pone interrogativi difronte a due diritti inalienabili : il diritto alla vita e il diritto di libertà -scrive Filomena D'Antini consigliera di Parità della provincia di Lecce - l'interruzione fino al 7 mese non è prevista in Italia, nel nostro paese la donna può richiedere l'interruzione volontaria di gravidanza entro i primi 90 giorni di gestazione che corrispondono a 12 settimane + 6 giorni di amenorrea (calcolate dal primo giorno dell’ultima mestruazione) per motivi di salute, economici, sociali o familiari.

La vita è sacra, ma regredire sui diritti delle donne, aprendo la strada anche a seri rischi per la loro salute psico fisica e penso alle vittime di stupro, è anacronistico.

Con la sentenza di ieri gli Usa hanno fatto un salto indietro nella storia evidenziando ancora una volta le contraddizioni di un paese che si proclama democratico ma che di fatto non lo è».

Potrebbeinteressarti

A San Foca ''In barca senza barriere''

Prosegue anche nella marina di Melendugno l’iniziativa di solidarietà di Anteas Lecce che consentirà alle persone diversamente abili di fare un giro in mare per ammirare il paesaggio costiero del Salento a bordo di un catamarano senza barriere.