Società Lecce 

Effetto pandemia sugli incidenti stradali: 20% in meno, dimezzato il numero delle vittime

I dati Istat-Aci sul numero degli incidenti in provincia di Lecce segnalano una flessione importante nel 2020 rispetto all'anno precedente

Buone notizie dal fronte della sicurezza stradale: i dati Aci-Istat per l'anno 2020 segnano un calo notevole degli incidenti stradali in provincia di Lecce sebbene, in valore assoluto, siano il numero più alto in Puglia dopo Bari.

Dalle tabelle pubblicate da Aci-Istat si legge che gli incidenti registrati in provincia di Lecce nel 2020 sono stati in tutto 1402 e hanno causato 22 vittime e 2075 feriti. Una diminuzione evidente rispetto agli altri due anni di riferimento, 2018 e 2019, che hanno registrato rispettivamente 1778 e 1793 incidenti causando 33 e 42 morti e 2927 e 2878 feriti.

La diminuzione degli incidenti è un fenomeno che ha riguardato tutta Italia: nel 2020 sono 2.395 i morti in incidenti stradali in Italia (entro 30 giorni dall’evento), in calo del 24,5%, e 159.249 i feriti (-34%). Gli incidenti sono stati 118.298, in drastica diminuzione rispetto al 2019 (-31,3%). Anche i feriti gravi risultano in forte diminuzione rispetto al 2019,:ne sono stati registrati 14.102, con un calo del 20%, più contenuto rispetto a quelli delle vittime e dei feriti nel complesso.

Su questi dati, rilevano Istat e Aci, ha pesato la situazione pandemica e le misure adottate per contenerla che hanno influenzato notevolmente i volumi e l’andamento del traffico, il mercato dell’auto e il profilo di mobilità degli italiani.

Una ricerca condotta dall’Isfort nel 2020, infatti, mostra come nel periodo post-lockdown (18 maggio-15 ottobre) sia aumentata la quota di mobilità dolce (popolazione che si sposta a piedi, in bicicletta o monopattino: +11%), a discapito di tutti gli altri mezzi motorizzati, ma soprattutto del Trasporto pubblico locale.

Potrebbeinteressarti