Società Lecce 

Portalettere e mamma, la storia di Patrizia: «Il covid ha messo in crisi tante famiglie»

La postina di via Lequile è organizzatrice di una raccolta fondi all’insegna dello slogan “Possiamo Tanto Insieme”

«Sono orgogliosamente portalettere e madre di due ragazzi di 17 e 13 anni ma occorre dedicarsi anche al prossimo e così il tempo speso assume significato pieno». Patrizia Vigneri è in Poste italiane da 13 anni, giusto da quando è diventata mamma per la seconda volta, e al servizio di recapito della corrispondenza che svolge quotidianamente a Lecce unisce una naturale e inderogabile inclinazione all’aiuto dei più bisognosi e all’ascolto degli altri. In questo, d’altronde, è agevolata dalla sua attività che le consente di avere numerosi contatti e di fungere da vero e proprio termometro del corpo sociale cittadino. «Il mio non è un lavoro meccanico -continua- e ormai ho un rapporto quasi di fratellanza con tante persone. Dall’inizio della pandemia il disagio è aumentato, raccolgo invocazioni di aiuto da chi non riesce a pagare le bollette o l’affitto, molti non possono effettuare una visita medica specialistica o purtroppo hanno perso il lavoro».

Grazie alla fattiva collaborazione con i responsabili e i colleghi del Centro di Distribuzione postale di Via Lequile, Patrizia ha organizzato una raccolta fondi all’insegna dello slogan “Possiamo Tanto Insieme” per aiutare chi è in difficoltà non solo a Natale, come dice lei, ma durante tutto l’anno. Amicizia, umanità, cultura del dono. Patrizia Vigneri è anche catechista presso la parrocchia di San Sabino e si prodiga in azioni di volontariato come raccolta indumenti o distribuzione farmaci e pasti ad indigenti. La figlia più grande è altrettanto sensibile: «È una ragazza impegnata e aperta all’ascolto, crescendo si sta rendendo conto di quanto bisogno d’aiuto ci sia». Come conciliare tutto questo con il suo ruolo di mamma? «Io mi reputo fortunata e ringrazio l’azienda perché offre lavoro e sicurezza. Cerco di ricaricarmi durante il fine settimana e mi avvalgo del supporto di mio marito e mia madre. Con fede in Dio e ottimismo io credo si possa superare tutto per poi essere ripagati con gioia e serenità interiore».

Poste Italiane dedica alla “Festa della Mamma”, in calendario domenica 9 maggio, due colorate e animate cartoline filateliche disponibili negli uffici postali con sportello filatelico di Lecce (Piazza Libertini), Tricase (Piazza Cappuccini) e Maglie (Via Regina Margherita).

Potrebbeinteressarti


Taviano, riapre il centro minori comunale

Il Centro Polivalente per Minori del Comune di Taviano finalmente dopo una lunga chiusura, dovuta al rispetto delle disposizioni previste per l’emergenza epidemiologica da Covid-19, riapre le porte per accogliere Bambini e Ragazzi dai 6 ai 13 anni