Società Lecce 

Milioni di spettatori per la sfilata di Dior a Lecce: cittadinanza onoraria alla Chiuri

In un lungo post su Facebook Carlo Salvemini ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto a proporre questo importante riconoscimento per la dirttrice artistica della maison francese

Dopo la sfilata di Dior in piazza Duomo Lecce propone la cittadinanza onoraria a Maria Grazia Chiuri. 

«Maria Grazia Chiuri è la mente creativa del progetto artistico che ha portato la maison Dior a presentare al mondo da Lecce, il 22 luglio 2020, la collezione Cruise 2021 - afferma il sindaco Carlo Salvemini in un lungo post su Facebook - 

Nella collezione i valori e la tradizione della grande casa di moda francese hanno incontrato, omaggiandola, la tradizione artigianale tessile salentina, in particolare la sapienza dell’arte del tombolo, praticata per decenni da donne alle quali, grazie a Dior, oggi il mondo intero rende omaggio.

Maria Grazia Chiuri ha realizzato, in collaborazione con artisti di fama internazionale e con il coinvolgimento di eccellenti maestranze locali, uno spettacolo artistico diffuso in tutto il mondo, al quale hanno assistito in rete decine di milioni di persone nei cinque continenti: un omaggio alla Puglia, alle donne, all’artigianato, alla musica e alla danza di tradizione del Salento e al significato di riscatto che essa custodisce e tramanda. 

Il valore del suo lavoro ha generato un formidabile ritorno i termini di promozione della città di Lecce nel mondo e con essa del territorio salentino e pugliese, del quale la stessa Maria Grazia Chiuri è originaria per parte di padre, equivalente a una imponente campagna di marketing globale della quale la città non potrà che giovare e beneficiare nei prossimi anni.

Con il suo omaggio a Lecce, al Salento, alla Puglia, Maria Grazia Chiuri, riferimento globale nel campo della creatività, esorta i cittadini, il mondo dell’impresa e dell’amministrazione pubblica del territorio alla ricerca dell’eccellenza, alla consapevolezza del valore e delle opportunità che l’artigianato, l’industria, l’arte e la cultura locale offrono per uno sviluppo sostenibile capace di coniugare valore economico e valori culturali, radici e apertura all’incontro con il mondo contemporaneo.

Maria Grazia Chiuri possiede i requisiti richiesti dal vigente Regolamento comunale per il conferimento della cittadinanza onoraria, che il Consiglio comunale conferisce a chi “si sia distinta particolarmente nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’industria, del lavoro, della scuola, dello sport, con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico o in opere, imprese, realizzazioni, prestazioni in favore degli abitanti di Lecce”».


Potrebbeinteressarti