Calcio Lecce 

Un ottimo Lecce vince 7-1 nel match interno contro la Reggiana

La partita al Via del Mare dominata nettamente dai giallorossi che ora sono al secondo posto in classifica

Settebello Lecce. La formazione di mister Corini, perfetta per lunghi tratti di gara vince 7 a 1 la sfida interna contro la Reggiana e con i tre punti conquistati sale al secondo posto in classifica. Match mai in discussione. Ottime le prove di capitan Mancosu, assist-man di giornata, e Coda autore di una tripletta, punti di riferimento di un collettivo capace di mettere a segno 15 gol nelle ultime tre partite di campionato. Avvio di gara ad alta intensità per il Lecce. L’undici di mister Corini sin dalle prime battute di gioco è padrone del campo, la manovra offensiva è fluida e al 4’ il match si sblocca. Mancosu sull’out destro porta a spasso Rozzio e mette in area la sfera dove Coda implacabile sul secondo palo insacca. La Reggiana accusa il colpo. Il Lecce galvanizzato continua a spingere e al 6’ sfiora il raddoppio con la conclusione mancina di Mancosu terminata di poco a lato. La formazione emiliana prova a reagire sfruttando le corsie esterne, ma il Lecce chiude senza affanni e riparte affidandosi alle incursioni centrali di capitan Mancosu. Al 20’ arriva il raddoppio dei giallorossi: Mancosu imprendibile dagli avversari pesca tra le linee Coda che dal limite dell’area calcia di potenza e batte il portiere ospite sul primo palo per il 2 a 0. La Reggiana accusa il colpo, avanza con scarsa convinzione. Il Lecce invece è dentro il match e ne approfitta ancora al 38’ portandosi sul meritato 3 a 0 con la conclusione a giro di Tachtsidis che si insacca nell’angolo basso alla destra di Venturi. Primo gol giallorosso per il centrocampista greco. In chiusura di tempo c’è spazio anche per Gabriel che in tuffo respinge in angolo la prima vera conclusione in porta degli emiliani. La ripresa si apre con due novità in campo: Majer al posto di Paginini nel Lecce e Gyamfi al posto Ajeti nella Reggiana. L’inerzia del match è sempre in favore dei giallorossi, bravi a dettare i ritmi sul rettangolo di gioco e cinici in attacco con Coda che al 50’ realizza di sinistro la sua tripletta personale che porta il punteggio sul 4 a 0. La gara cala d’intensità. Il Lecce rassicurato dall’ampio vantaggio si rilassa e al 57’ la Reggiana ne approfitta: sugli sviluppi d’angolo Rozzio anticipa tutti in area e di testa batte Gabriel. Il momentaneo sbandamento della formazione di Corini è ben presto superato, la squadra riprende a macinare gioco e al 69’ ristabilisce le distanze con il 5 a 1 di Falco, imbeccato dalla ripartenza di Henderson. Al 72’ Gabriel è attento su Muratore. Tre giri di lancette e il Lecce ispirato da Mancosu si porta sul 6 a 1 con la conclusione a giro di Majer. Al minuto 81’ giallorossi vicini al settimo con Adjapong, la conclusione del laterale destro si stampa sulla traversa. Nel finale di gara c’è spazio anche per il 7 a 1 di Calderoni servito dall’ennesimo assist di Mancosu autore di una prestazione superlativa. Lecce: Gabriel, Adjapong, Lucioni, Meccariello (10’st Zuta), Calderoni, Henderson (35’ Listkowski), Tachtsidis, Paganini (1’st Majer), Coda (10’st. Falco), Mancosu, Stepinski (32’st Pettinari). A disposizione: Bleve, Vigorito, Pierno, Zuta, Gallo, Maselli, Majer, Gianfreda, Falco, Pettinari, Rodriguez, Listkowski. All. Corini Reggiana: Venturi, Ajeti (1’st.Gyamfi)(22’st. Kirwan), Rozzio, Rossi (19’st Pezzella), Lunetta (9’st. Muratore), Costa, Varone, Libutti, Radrezza (9’st Cambiaghi), Kargbo, Mazzocchi. A disposizione: Voltolino, Martinelli, Zampano, Zamparo, Pezzella, Espeche, Gyamfi, Marchi, Gatti, Kirwan, Cambiaghi, Muratore. All. Alvini Arbitro: Maggioni sez. Lecco Marcatori: 4’, 20’pt. e 5’st. Coda, 38’ Tachtsidis, 12’st Rozzio, 24’st Falco, 30’st Majer, 40’Calderoni Note – ammoniti: Paganini, Varone, Falco  

Andrea Tafuro

Potrebbeinteressarti