Cultura 

Kascignana festival: «I cammini dell’uomo e il Kurdistan»

Valentina Murrieri, giornalista, dialogherà con Luigi Del Prete, esperto di luoghi, storie e tradizioni.

Via al secondo appuntamento del Kascignana Festival, presso il Palazzo De Gualtieriis di Castrignano de’ Greci.  Sabato 6 agosto il festival si aprirà con una passeggiata letteraria da Cursi a Castrignano de’ Greci, a cura di Ecomuseo della Pietra leccese. A seguire un dibattito dal titolo “I cammini storici: occasione di crescita del territorio culturale e promozione del territorio”. Valentina Murrieri, giornalista, dialogherà con Luigi Del Prete, esperto di luoghi, storie e tradizioni. Introduce Anna Caputo, presidente di Arci Lecce Solidarietà. Interverranno anche Alessandro Delli Noci, assessore regionale allo Sviluppo economico e Giuseppe Traina, del Servizio centrale del sistema accoglienza e integrazione.

Previsto un momento di lettura delle poesie di Ebem Hasan, rifugiato curdo e ospite di uno dei progetti di accoglienza gestito da Arci Lecce Solidarietà e, a seguire, la proiezione del cortometraggio “Sulla stessa barca” Migrimage, un progetto finanziato dal programma europeo Erasmus+.

In serata, inoltre, il collegamento video con Afaf Hasky, co- presidente del Comitato cultura e arte nella provincia di Al-Hasakah, amministrazione autonoma in Rojava. Ma il festival non termina e il programma continua.

Sempre in serata, infatti, lo spettacolo teatrale dal titolo “Il Paese che non c’è- Viaggio nel popolo delle montagne”. Un progetto di Gianluigi Gherzi e di Fabrizio Saccomanno, in collaborazione con Uiki onlus rete-Ufficio d’informazione del Kurdistan in Italia e Gus-Gruppo umano solidarietà “Puletti” onlus. E, ancora, il dj set con Ennio Ciotta.





Potrebbeinteressarti