Cronaca Scorrano 

«Operazione Tornado», torna a casa il presunto boss: «Sta male, non può stare in carcere»

Il provvedimento è stato firmato dal presidente del tribunale del Riesame

Torna a casa il presunto boss del clan smantellato con l’operazione “Tornado”, che, nel giugno scorso, aveva portato a una serie di arresti e travolgendo di fatto anche l’istituzione comunale, commissariata per infiltrazioni mafiose: Giuseppe Amato lascerà il carcere di Tolmezzo in provincia di Udine, a causa delle sue condizioni salute, ritenute incompatibili con il regime carcerario.

Il provvedimento è firmato dal presidente del tribunale del Riesame, Carlo Cazzella, e dai giudici Anna Paola Capano e Pia Verderosa, che hanno accolto il ricorso presentato dagli avvocati difensori, Ladislao Massari e Vincenzo Blandolino. 

Potrebbeinteressarti