Cronaca Politica Scorrano 

Scorrano, dopo "Tornado" si è insediata la commissione prefettizia

Ieri l’insediamento della commissione prefettizia chiamata ad esaminare gli atti amministrativi. Dopo l’inchiesta “Tornado” e le indagini che hanno colpito il sindaco di Sco...

Ieri l’insediamento della commissione prefettizia chiamata ad esaminare gli atti amministrativi. Dopo l’inchiesta “Tornado” e le indagini che hanno colpito il sindaco di Scorrano, Guido Stefanelli, si è insediata nella giornata di ieri la commissione prefettizia, incaricata di esaminare le carte dell’amministrazione, per verificare la regolarità degli atti di governo. Com’è noto dalle cronache, il sindaco Stefanelli è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, con l’accusa di aver ricevuto consenso elettorale per sé e per il centrodestra alle amministrative 2017 e alle politiche del 2018, in cambio della promessa della gestione dei parcheggi e del parco urbano “La Favorita”, da parte delle organizzazioni criminali locali. Tra le conseguenze dell’inchiesta, a Scorrano, l’interdittiva antimafia a una ditta di fuochi locale e alla cooperativa del sindaco, “Nuova Era”. A livello politico, Stefanelli, dopo aver perso Christian Russo (surrogato da Vinicio Longo), Annagrazia De Cagna (presidente del consiglio comunale che si è dichiarata indipendente), ha dovuto prendere atto anche della defezione in giunta di Antonella Rizzo, assessore alla cultura, che ha deciso di rassegnare le dimissioni anche da consigliere comunale. Al posto della Rizzo in consiglio è entrato Salvatore Mastroleo, mentre il posto nell'esecutivo con le rispettive deleghe è andato a Mery Amato. Ma al di là di queste evoluzione, il sindaco prova a resistere in sella all’amministrazione, nella speranza che la commissione prefettizia non trovi elementi che possano accelerare la fine anticipata dell’esperienza alla guida del Comune. 

Potrebbeinteressarti