Cronaca Lecce Scorrano 

"Tornado", interdittiva antimafia per la cooperativa del sindaco di Scorrano

La decisione della Prefettura di Lecce colpisce la cooperativa del sindaco di Scorrano: ci sono 60 giorni per impugnare il provvedimento. La cooperativa “Nuova Era” del sindaco di Scorr...

La decisione della Prefettura di Lecce colpisce la cooperativa del sindaco di Scorrano: ci sono 60 giorni per impugnare il provvedimento. La cooperativa “Nuova Era” del sindaco di Scorrano, Guido Stefanelli, è stata colpita da interdittiva antimafia, emessa dalla Prefettura di Lecce: è l’ennesima misura che arriva dopo l’inchiesta “Tornado” dei carabinieri che vede il primo cittadino indagato a piede libero per concorso esterno in associazione mafiosa. Dello stesso reato risponde anche Massimiliano Filippo, cuoco della cooperativa indagato anch’egli, perché ritenuto dagli inquirenti il referente dell’interlocuzione tra il clan e il sindaco, per le richieste di supporto elettorale da parte di quest’ultimo per le amministrative 2017 (poi vinte) e per le politiche del 4 marzo 2018 (a supporto di Luciano Cariddi, estraneo alla vicenda) in cambio della promessa della gestione del Parco comunale “La Favorita” e delle attività ad esso connesse. Il sindaco, attraverso i propri legali, ha respinto le accuse. Ma intanto il provvedimento è diventato effettivo, ma ci saranno 60 giorni per la possibile impugnazione davanti al Tar.   

Potrebbeinteressarti