Cronaca Sanità Lecce 

Ex OSS Asl ricollocati in Sanitaservice, impossibile prorogare i contratti

L'USB e le altre sigle sindacali hanno ora chiesto al Prefetto la convocazione delle parti altrimenti sarà stato di agitazione il prossimo 1° settembre.

Si è svolto oggi il previsto incontro valido come primo tentativo di raffreddamento della vertenza in essere tra le organizzazioni sindacali ed il Commissario straordinario Asl di Lecce.

Il Dr. Stefano Rossi, in qualità di Socio Unico Sanitaservice, nonché il Sindaco Unico, Prof. Costa, hanno dichiarato l’impossibilità di prorogare i contratti di lavoro in scadenza al 31 Luglio degli ex OSS attualmente in servizio nella società in house Sanitaservice.

USB e le altre sigle sindacali hanno espresso viva preoccupazione per il futuro dei lavoratori e per il mantenimento dei servizi attualmente affidati a Sanitaservice. Per tali ragioni, La Federazione Provinciale USB di Lecce, in relazione a quanto previsto dalle disposizioni normative in materia di sciopero nei servizi pubblici essenziali, chiede al Prefetto di Lecce la convocazione delle parti datoriali affinché sia espletato il secondo tentativo di raffreddamento.

Si annuncia fin d’ora che, qualora anche questo incontro dovesse definirsi senza alcun esito, USB proclamerà lo sciopero di tutti i lavoratori Sanitaservice ASL/LE per tutta la giornata del prossimo 1° settembre.

Potrebbeinteressarti