Sanità Puglia sette 

Covid, a Bari superata la soglia dei 500 tamponi al giorno

Il Laboratorio Covid del “Di Venere”, inizialmente in grado di analizzare appena 36 tamponi, ha accresciuto in maniera esponenziale il volume di attività

Oltre 500 tamponi eseguiti, ogni giorno, da un mese e mezzo. L’attività del Laboratorio Covid dell’Ospedale “Di Venere” di Carbonara non conosce sosta nella lotta contro il Sars-Cov2. Una ventina di professionisti, coordinati dal dr. Edmondo Adorisio (direttore dell’Unità operativa di Patologia Clinica) e dalla dr.ssa Michela Iacobellis (responsabile del Servizio centralizzato di Citologia e Screening), sono al lavoro h 24 per rintracciare la positività al virus.

Con risultati notevoli, se si pensa che la ASL Bari ha completamente rivoluzionato il Servizio centralizzato di Citologia e Screening, dotandolo di una struttura idonea, apparecchiature sofisticate e risorse umane per trasformarlo nel Laboratorio Covid che attualmente analizza in media il maggior numero di tamponi in tutta la Regione Puglia e che, dall’avvio dell’attività a marzo, ne ha processati 36.884.

Una metamorfosi resa possibile dal reclutamento di  nuovo personale, in particolare dirigenti biologi e tecnici di laboratorio, per rinforzare l’organico, oggi composto da 18 unità, tra cui 6 biologi, 3 medici (2 anatomo-patologi e 1 microbiologa), 7 tecnici di laboratorio e 2 ausiliarie.

Il Laboratorio Covid del “Di Venere”, inizialmente in grado di analizzare appena 36 tamponi, ha accresciuto in maniera esponenziale il volume di attività sino a raggiungere e superare i 3-400 tamponi  quotidiani e oggi stabilmente più di 500. Divenuto una struttura autonoma e certificata, il Laboratorio è operativo giorno e notte e ha diverse linee di trattamento dei tamponi.


Potrebbeinteressarti