Economia e lavoro Sanità Lecce 

Movimento Nazionale Infermieri scende in piazza: «Dal Governo solo promesse»

Flash mob anche a Lecce per chiedere una riforma delle carriere e dei contratti

Domani alle ore 10 il Movimento Nazionale Infermieri scende nelle piazze d'Italia- tra cui anche piazza Sant'Oronzo a Lecce- per chiedere riconoscimento dei diritti degli infermieri e delle infermiere e ridisegnare un servizio sanitario efficiente.

«Da molteplici anni ad oggi, e soprattutto nel periodo COVID19, molte sono state le dichiarazioni espresse da autorità governative e non nei confronti degli infermieri ma nulla di concreto è stato realizzato per risolvere alcune annose problematiche – denuncia l'associazione che si dichiara apartitica e lontana dai sindacati - da parte Governo si susseguono promesse che puntualmente non vengono mantenute, al contrario aumentano gli oneri e la professione viene sempre più sfruttata, demansionata, sottopagata e inglobata in categorie professionali che non ci appartengono».

Il programma che Il Movimento Nazionale Infermieri propone è Uscita dal Comparto e stipula del primo contratto esclusivo per l’Infermiere;l'adeguamento delle dotazioni organiche; l'equiparazione dei diritti dell’Infermiere dipendente dalla Pubblica Amministrazione da quello impiegato presso enti privati.

«Siamo pronti e dialogare con il Governo, con la XII commissione permanente di Camera e Senato per illustrare le nostre proposte al fine di contribuire con il processo di un cambiamento necessario per il futuro del nostro Paese.

Il 15 giugno il centro del flashmob organizzato dal Movimento Nazionale Infermieri sarà a Roma in Piazza del Popolo. La manifestazione è estesa su tutto il territorio nazionale in tante altre città aderenti».


Potrebbeinteressarti