Sanità Puglia sette 

Quarantena per chi rientra dal Nord: avvisi nei porti, nei treni e negli scali

Da domani obbligo di isolamento a casa di 14 giorni per chi rientra da fuori regione. Un messaggio sarà trasmesso da tutti gli operatori dei trasporti

Gli operatori dei trasporti pugliesi dovranno segnalare a partire da domani nei propri palinsesti di comunicazione ai passeggeri in arrivo in Puglia e provenienti da fuori regione, il rispetto degli obblighi stabiliti dall’ordinanza.

Lo hanno stabilito il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’assessore ai trasporti Giovanni Giannini: «Tutte le persone fisiche -sarà il testo del messaggio- che sono rientrate in Puglia da altre regioni, per soggiornare continuativamente nel proprio domicilio abitazione o residenza, hanno l’obbligo di comunicarlo immediatamente compilando il modulo sul portale della Regione Puglia o al proprio medico o all’operatore di sanità pubblica e devono restare in isolamento fiduciario per 14 giorni. Non possono avere contatti sociali, non si possono spostare né viaggiare. Devono essere sempre raggiungibili e, nel caso di comparsa di sintomi, devono avvertire immediatamente il proprio medico o l’operatore di sanità pubblica».

Sono stati coinvolti i porti di Bari e Brindisi (Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridional) gli aeroporti di Bari e Brindisi (Aeroporti di Puglia) le stazioni ferroviarie di Foggia, Barletta, Bari, Brindisi e Lecce (Rfi e Trenitalia) gli hub bus delle imprese Marino, Miccolis, Sita, Ferrovie del Gargano, Flixbus, erogatrici di servizi automobilistici interregionali. Gli operatori hanno assicurato massima collaborazione.

Potrebbeinteressarti