Cronaca Salve 

Non paga gli interessi del 190%, gli brucia la macchina: arrestato usuraio violento

Le indagini scattate dopo la denuncia di un imprenditore: il 61enne di Salve è accusato anche di aver danneggiato l’abitazione della vittima

Arrestato un usuraio recidivo. Si tratta di L. M., 61enne di Salve, considerato responsabile di aver incendiato un’abitazione di proprietà della sua vittima nel febbraio 2019 e di aver vandalizzato lo stesso immobile, il 1° aprile successivo. Le indagini si sono sviluppato da febbraio a ottobre dello scorso anno da parte dei carabinieri della Stazione di Salve e dal personale del Norm della compagnia di Tricase.

Tutto è partito da una denuncia sporta da un imprenditore, in difficoltà economiche. Dal racconmto erano emersi concreti ed univoci elementi indiziari nei confronti del 61enne circa l’attività di usura ai danni del debitore per una somma di circa 3mila euro. Non avendo ricevuto la restituzione del capitale e degli interessi al tasso del 190,3%, il 61enne avrebbe proceduto ad incendiare l’abitazione dell’imprenditore, come evidenziato dagli esiti di sopralluogo scientifico operato dai militari della stazione di Salve e dai colleghi del nucleo investigativo del reparto operativo.

I carabinieri del comando provinciale di Lecce dopo il successivo episodio di vandalizzazione, avevano indiviudato impronte papillari riconducibili all’arrestato: numerose erano state le tracce lasciate sui vetri e sugli infissi della casa, distrutti per lanciare un segnale chiaro.

L’accusa di usura era stata comprovata anche dall’esame di documenti del 71enne, grazie agli approfondimenti investigativi svolti in collaborazione con la Guardia di Finanza. Durante l’arresto, i carabinieri hanno sequestrato un paio di scarpe, che l’uomo aveva utilizzato durante l’ennesimo, recente atto vandalico ai danni dell’automobile utilizzata dalla madre della vittima, come risulta dai filmati di videosorveglianza acquisiti nelle indagini e compiuto nel marzo 2020. Il 71enne è stato associato presso casa circondariale di Lecce con le accuse di usura, estorsione continuata, violazione di domicilio aggravato e danneggiamento aggravato di abitazione e autovettura

Potrebbeinteressarti