Redazionali Redazionali 

Italiani sportivi (ma solo in TV): la tecnologia a supporto dei più sedentari

Gli strumenti tecnologici migliori per fare sport


Il 2021 è stato senza dubbio una delle migliori annate per lo sport italiano. Un anno difficile da ripetere che ha visto riempire lo stivale tricolore con numerose medaglie arrivate dalle olimpiadi di Tokyo, una su tutte la medaglia d’oro dei 100 metri di Marcell Jacobs.

Anche il calcio e la pallavolo sono stati gli sport che hanno regalato il titolo di campioni d’Europa ai nostri atleti.

Tra queste due grandi imprese sportive non dimentichiamo le oltre 40 medaglie arrivate sempre dai giochi in Giappone. Insomma, un 2021 storico per quanto riguarda lo sport italiano.

Eppure, sembrerebbe che gli italiani e lo sport non vadano sempre così d’accordo. Uno studio fatto su sport e salute afferma che oltre il 30% degli italiani non pratica alcuna attività sportiva. Perché in Italia si preferisce guardarlo in TV lo sport, invece di praticarlo?

Vediamo nel dettaglio quali sono le cause che tengono lontano gli italiani dalle attività sportive e quali sono le nuove tendenze al riguardo.

Italiani sempre più pigri: quali sono le cause?

Complice il periodo pandemico, che ha bloccato tutti a casa per lungo tempo, il dato relativo alla sedentarietà degli italiani è risultato in aumento rispetto agli anni precedenti.

Infatti, secondo quanto emerso dalle indagini dell’Osservatorio della Sanità italiano, che esegue indagini sulle abitudini degli italiani in tema di salute e prevenzione, nel 2019 corrispondeva circa al 25% il numero degli italiani che non praticava alcuna attività sportiva, mentre almeno il 28% dei cittadini praticava attività fisica amatoriale.

L’inversione di rotta, però, non è dovuta unicamente alla pandemia, ma anche a causa di giornate lavorative dai ritmi sempre più frenetici che limitano il tempo da dedicare agli allenamenti. Di conseguenza, sono sempre meno le persone che si dedicano ad attività sportive di gruppo, come il calcio o la pallavolo che prevedono allenamenti costanti e cadenzati, preferendo la corsa in solitaria come sport da praticare saltuariamente.

Corsa e camminata: con gli strumenti tecnologici è meglio


Un sondaggio rivela che una persona su tre predilige sport individuali che non necessitano di grandi investimenti in termini di tempo e denaro per l’attrezzatura. Per questo motivo attività come la corsa e la camminata sono diventate l’alternativa più sostenibile per chi vuole prendersi cura del proprio corpo.

Non solo queste due attività si rivelano molto versatili e più facilmente gestibili in termini di tempo, denaro e sforzo fisico, ma sono anche più semplici da monitorare attraverso gli strumenti tecnologici attualmente disponibili.

Oggigiorno, infatti, sono moltissimi i tools che supportano l’utente durante l’allenamento e gli permettono di compiere allenamenti più performanti. È il caso di contapassi, fitness tracker e GPS smartwatches in grado di monitorare le prestazioni offrendo dati in tempo reale sull’andamento.

Man mano che la tecnologia migliora, questi strumenti diventano sempre più precisi e accessibili a tutte le tasche. In commercio ne esistono di diverse tipologie e brand, ma i preferiti dagli italiani sembrano essere quelli proposti da Decathlon, lo storico marchio francese dedicato al mondo dello sport e delle attività per il tempo libero che offre prodotti di qualità ma a prezzi contenuti.

La guida proposta da portaleimpresa24.it. offre maggiori informazioni sul catalogo Decathlon  e sui prodotti che anche i meno sportivi dovrebbero possedere, come ad esempio i capi d’abbigliamento everyday comodi e freschi.

Sullo shop online e negli oltre 100 negozi presenti in tutta Italia, infatti, è possibile acquistare non solo attrezzatura sportiva ma anche abbigliamento e accessori adatti alla vita di tutti i giorni, per andare a lavoro o divincolarsi tra le numerose commissioni quotidiane.

È così che una borraccia in alluminio solida e resistente può rivelarsi utile sia per le sessioni di corsa che mentre si fa la spesa o ci si rilassa sul divano. Perché la comodità, anche quando si parla di sport, è un fattore importante per gli italiani.


Potrebbeinteressarti