Redazionali Redazionali 

Manometro: il misuratore di pressione adatto sia agli ambienti domestici che industriali

Il nome “manometro” fa riferimento a numerosi strumenti dedicati soprattutto alla misurazione della pressione

Il nome “manometro” fa riferimento a numerosi strumenti dedicati soprattutto alla misurazione della pressione. Misuratori che vengono utilizzato quotidianamente nell’ambito di diverse realtà domestiche e industriali in cui si abbia necessità di calcolare la pressione dell’aria, la pressione dei gas o, in certi casi, anche la pressione dei fluidi. Si pensi, in tal senso, agli impianti di refrigerazione, che utilizzano dei manometri proprio per misurare sia la pressione, che il vuoto e la temperatura.

Si pensi, in alternativa, ai sistemi a gas, che ricorrono a un manometro per stabilire flusso e pressione statica, ma anche per effettuare test relativi alla caduta di pressione nelle tubature. A ciò si aggiunga inoltre che i manometri digitali alzano ulteriormente l’asticella delle misurazioni disponibili: questi ultimi infatti possono venire utilizzati per calcolare la pressione assoluta, la pressione differenziale e la pressione del manometro stesso. Insomma, le applicazioni di un manometro sono molteplici e crescono ulteriormente nel caso in cui lo si metta in combinazione con un tubo di Pitot: in questo caso, infatti, i valori della pressione potranno venire convertiti in velocità dell’aria (FPM).

Per capire al meglio come funziona un manometro può essere utile visitare il portale di RS Components che, oltre a vendere i migliori modelli disponibili sul mercato, ne illustra anche le caratteristiche e le funzionalità, al fine di aiutare l’utente a scegliere quello più adatto alle proprie necessità.

Funzionamento e classificazione dei manometri

Come già anticipato in precedenza, esistono diverse tipologie di manometro sul mercato e ciascuna di esse funziona in maniera differente. Volendo classificare i tanti modelli disponibili, è opportuno fare quanto meno una prima distinzione tra tre diverse macro-categorie di manometro. La prima categoria è rappresentata dai cosiddetti “manometri ad U”: strumenti composti da un tubo curvato, che ricorda la forma della lettera “U”. Una delle estremità del tubo è aperta, l’altra invece è collegata con l’ambiente di misura.

Il calcolo della pressione viene effettuato osservando lo spostamento del liquido contenuto nel tubo verso una delle due estremità. La seconda categoria è invece rappresentata dai manometri Bourdon, che sono costituiti da un particolare tubo di sezione ellittica, noto col nome di “tubo Bourdon”. Anche in questo caso una delle estremità del tubo è collegata direttamente con l’ambiente di pressione; l’altra invece è connessa a un sistema pensato per amplificare gli spostamenti e per tradurli in movimento circolare, in modo da facilitare la lettura.

Ultimi, ma non ultimi, i manometri a diaframma, anche noti col nome di manometri a membrana. Questi ultimi infatti sono composti anche da una membrana ondulata e deformabile, che aumenta la loro flessibilità e che si gonfia in base alla misurazione della pressione. 

Come acquistare il miglior manometro

A quanto detto nei capoversi precedenti, si aggiunga infine che, al giorno d’oggi, I manometri sono talmente evoluti da venire spesso e volentieri dotati di componeti software: componenti che permettono loro di misurare in maniera ancora più dettagliata e che, soprattutto, consentono il trasferimento dati e l’interazione con computer, portatili, tablet e persino smartphone.

Una soluzione particolarmente utile per memorizzare, catalogare e analizzare le misurazioni. In conclusione, un privato o un’azienda interessata all’acquisto di manometri ha solo l’imbarazzo della scelta: tutto sta infatti nel trovare lo strumento e il modello più adatto alle proprie esigenze. Da questo punto di vista il già citato Rs Components è una vera e propria garanzia: stiamo infatti parlando del distributore leader europeo di Information Technology e di Strumentazione e Sicurezza.

 

Potrebbeinteressarti