Redazionali 

Bpp, esaminato il bilancio: risultati positivi

Bpp, esaminato il bilancio: risultati positivi

Il Consiglio di amministrazione della Banca Popolare Pugliese, nella riunione del 26 marzo scorso, ha esaminato il bilancio individuale e consolidato dell’esercizio 2020 che sarà sotto- posto all’approvazione dell’Assemblea dei soci che sarà convocata, in prima convocazione, il 27 maggio 2021 e, in seconda convocazione, il 28 maggio 2021 con la presenza del Rappre- sentante designato, come avvenuto nell’anno 2020, in forza di quanto previsto dalla Legge 26 febbraio 2021, n. 21 di conversione del c.d. “Decreto Milleproroghe”.

I positivi risultati conseguiti dalla Banca sia sul piano patrimoniale, sia sul piano economico sono stati già portati a conoscenza dei soci e dei clienti a mezzo del comunicato stampa del 24 febbraio u.s.

Viene qui ulteriormente precisato che, com’è noto, lo scorso anno, nonostante i positivi risultati e l’elevato livello del patrimonio dell’Azienda non fu possibile distribuire alcun dividendo per espresso indirizzo dell’Autorità di Vigilanza a tutte le banche del sistema, in presenza degli imprevedibili rischi della pandemia. Quest’anno, in considerazione delle perduranti incertezze legate all’evoluzione della situazione epidemiologica e dell’andamento dell’economia naziona- le, la Banca d’Italia ha imposto, a tutte le banche, rigide limitazioni alla possibilità di distribuire dividendi e l’ha condizionata ad una preliminare interlocuzione e condivisione con la stessa Autorità.

Il soddisfacente risultato economico netto di circa 8 milioni di euro, in continuità con quello dello scorso esercizio, e la consistente situazione patrimoniale della Banca, con un CET1 e TCR del 19,7% phase in, dopo il richiamato confronto con l’Autorità di vigilanza, consentirà di proporre alla prossima Assemblea la distribuzione di un dividendo di 3 centesimi di euro per azione.

Alla stessa Assemblea sarà proposta la costituzione di una riserva patrimoniale di un importo corrispondente ad ulteriori 3 centesimi, a valere sugli utili 2020, con l’auspicio che, superata l’emergenza pandemica ed eliminate le limitazioni di Vigilanza alla distribuzione di dividendi, si possa proporne la destinazione ai soci a titolo di ulteriore dividendo in occasione dell’Assemblea 2022.

Potrebbeinteressarti