Cronaca Politica Puglia sette 

Nuovo Dpcm da domani: ancora chiusi bar, ristoranti e palestre. Istituita la “zona bianca”

Nuove regole e nuove restrizioni nel Dpcm anti-Covid che entrerà in vigore da domani. Nuova stretta sugli spostamenti

Nuove regole  e nuove restrizioni  nel Dpcm anti-Covid che entrerà in vigore da domani. Manca ancora la firma ufficiale, ma un'anteprima su quello che sarà il contenuto dell'ultimo decreto a firma Conte è stato già comunicato dall'esecutivo nella riunione con le Regioni.

L'Italia sarà ancora suddivisa in fasce di colori, dal rosso per le zone più ad alto rischio al giallo per quelle con indice di contagio più basso.

Stando alle prime indiscrezioni, il decreto confermerebbe, fino al 15 febbraio 2021, il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse, con l’eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Sarà consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone esclusi eventuali figli minori o non autosufficienti.

Lo spostamento potrà avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, o all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti.

Sono comunque consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Sembrerebbe confermata la previsione di una cosiddetta area “bianca”, nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di “tipo 1”, un livello di rischio “basso” e un'incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. In area “bianca” non si applicheranno le misure restrittive previste dal Dpcm, fatto salvo l'obbligo di utilizzare la mascherina e mantenere la distanza sociale. 

Inoltre piste da sci chiuse fino al 15 febbraio, vietato l'asporto da bar e ristoranti dopo le 18, prorogato il fermo per piscine e palestre, mentre sarà prevista una riapertura per i musei ma solo in zona gialla e dal lunedì al venerdì.

Potrebbeinteressarti