Ambiente Puglia sette 

Droni, fototrappole e sensibilizzazione: la Regione contro gli sporcaccioni

Maggiori controlli con mezzi e uomini per combattere la pratica dell’abbandono dei rifiuti nelle campagne

Una campagna di sensibilizzazione, l’uso di droni, intensificazione dei controlli anche attraverso l’azione delle forze dell’ordine e utilizzo delle fototrappole: sono alcune delle strategie che la Regione Puglia ha inserito nel Piano complessivo contro l’abbandono dei rifiuti presentato questa mattina a Bari dagli assessori Anna Grazia Maraschio (Ambiente) e Gianfranco Lopane (Turismo).

«Abbandonare non è una opzione. Salva la Puglia», è il claim della campagna. «È un fenomeno che non riusciamo debellare. Negli ultimi quattro anni, - ha spiegato Maraschio - abbiamo destinato ai Comuni 29,5 milioni di euro e quest’anno altri due milioni per la rimozione e controlli. Tutto questo non è sufficiente evidentemente, quindi avvieremo una campagna di sensibilizzazione perché ci vuole la partecipazione, servono le “sentinelle” sui territori, occorre la sensibilità dei cittadini. Il supporto economico può non essere sufficiente. Da ottobre - ha aggiunto - abbiamo lavorato a un tavolo congiunto con Comuni, Ager e Cnr, per analizzare e comprendere le cause di questo fenomeno. Abbiamo lavorato su una strategia complessiva: attività di prevenzione ma anche di repressione con le forze dell’ordine. A seconda delle tipologie dei rifiuti metteremo in atto strategie diversificate».



Potrebbeinteressarti