Cronaca Puglia sette 

Lavoratori irregolari nel ristorante di sushi: scatta sospensione e oltre 50mila euro di sanzioni

L’ispezione nel corso della giornata di ieri in un locale a Martina Franca: 8 i lavoratori irregolari, di cui uno in nero. Denunciato il giovane proprietario

Lavoratori in nero nel ristorante cinese: è quanto scoperto nel corso di un servizio di controllo, nella giornata di ieri, dai carabinieri di Martina Franca, con l’ausilio del Nas e del Nil di Taranto, in un’attività nota per la vendita di sushi.

Durante l’ispezione, sono emerse diverse violazioni in termini di sicurezza sui luoghi di lavoro, formazione ed informazione dei lavoratori; inevitabile, a quel punto, la contestazione di sanzioni amministrative, per un totale di 8.600 euro ed ammende per un importo complessivo di ben 50.700 euro.

È stata disposta la sospensione cautelare dell’esercizio: il proprietario, un cittadino cinese 25enne, residente in città e ritenuto responsabile degli illeciti penali ed amministrativi descritti, è stato denunciato. Tra le contestazioni vi è certamente la maxi sanzione per violazioni al Testo unico sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e sul lavoro irregolare. Durante le verifiche sono stati trovati 8 lavoratori irregolari, di cui uno in nero. 

Potrebbeinteressarti