Politica 

Poli Bortone e Scorrano: “Nuovi marciapiedi inibiti ai disabili. Incapacità o strafottenza?”

L’intervento dei consiglieri di opposizione

I consiglieri di opposizione Gianpaolo Scorrqno e Adriana Poli Bortone intervengono sui nuovi marciapiedi posizionati in via Toma a Lecce. 


“Attualmente in corso di esecuzione in via Toma, a Lecce, i lavori di manutenzione straordinaria dei marciapiedi.
Peccato, però, che dei marciapiedi sia rimasto davvero ben poco.

Non vi è chi non veda, infatti, come l’incredibile allargamento delle aiuole originarie con la relativa posa in opera di inidonea pavimentazione in cls, non consenta assolutamente il passaggio delle persone diversamente abili alla faccia del tanto sbandierato PEBA.

L’iniqua realizzazione in corso è stata “pensata”, con ogni probabilità, al fine di ovviare alle problematiche cagionate dall’apparato radicale delle alberature presenti sulla via.

Niente di più errato!

I settori LLPP e TRAFFICO, dovrebbero ben sapere che esistono più consoni accorgimenti da adottare per prevenire questo tipo di danni come, ad esempio, la fornitura e posa in opera di griglie di protezione in ghisa componibili, sormontabili e più decorose da un punto di vista estetico.

Si sospendano immediatamente le lavorazioni non corso, si ripensi il progetto conformandolo a quanto previsto dalla Legge sull’eliminazione delle barriere architettoniche e si eviti, così, un ulteriore spreco di risorse pubbliche come già accaduto, purtroppo, per viale Otranto o per Piazzale Rudiae. Una sola parola: INADEGUATI”.




Potrebbeinteressarti