Politica 

Tabelloni luminosi spenti, Scorrano: “Ennesimo spreco di denaro pubblico”

L’intervento di Gianpaolo Scorrano, Presidente della Commissione XI di Controllo

Tabelloni luminosi spenti e inutilizzati: sulla questione interviene il consigliere comunale Gianpaolo Scorrano, Presidente della Commissione XI di Controllo.
''Che fine hanno fatto i quindici tabelloni luminosi attualmente presenti in svariati punti della città e destinati alla comunicazione ai leccesi e ai turisti? - si legge in una nota -Perché sono tutti tristemente spenti?

Di quell’iniziativa, molto apprezzata dai leccesi e finanziata con i fondi POR (per circa € 900.000,00) all’epoca del Sindaco Poli Bortone (2004) sembra non essere rimasto più nulla al di là degli impianti; quasi ci fosse una volontà precisa dell’amministrazione del cambiamento di annullare, ma sarebbe più corretto dire annientare, qualsiasi cosa sia stata realizzata dal Centrodestra, a prescindere dalla sua bontà o meno.

Eppure, mai come oggi, sarebbero utilissimi per segnalare, ad esempio, le strade chiuse al traffico cittadino a causa dei tantissimi cantieri (pubblici e privati) tuttora in corso in Città. Oppure gli stati di allerta meteo, le scadenze dei tributi locali piuttosto che gli eventi cittadini, le manifestazioni o le mostre come già avviene nella gran parte delle città turistiche italiane e non solo.

Ricordo anche gli auguri di Natale alla cittadinanza, gli onomastici con l’indicazione del santo del giorno, la temperatura in tempo reale e tanto altro; insomma una serie di dati e di informazioni di vario tipo che venivano immessi quotidianamente dall’ufficio ambiente e di cui oggi, purtroppo, non vi è più traccia.

E allora mi chiedo e chiedo: perché? Non si tratta dell’ennesimo spreco di danaro pubblico da parte dell’amministrazione? Possibile che nessuno dica niente al riguardo? Sulla questione convocherò la commissione XI di controllo al fine di appurare le cause dell’attuale spegnimento e per chiedere di ripristinare immediatamente il servizio''.


Potrebbeinteressarti