Politica Lecce 

Terza Consulta del Comune di Lecce, approvate due proposte

Si tratta dei giuramenti della cittadinanza italiana e la connessione ciclo-pedonale, nel quartiere Stadio, tra il rione 167/B e il Parco Melissa Bassi.

Nell'ultima riunione, la Terza Consulta del Comune di Lecce, presieduta da Alessandro Presicce, ha approvato, nell'ambito della propria attività istituzionale e delle proprie competenze, le Proposte formulate ai sensi dell'art. 3 del Regolamento.

In particolare, la prima Proposta verte sui giuramenti della cittadinanza italiana, cui occorre dare - nella nostra Città - una veste formale appropriata, all'altezza di un momento fondamentale nella vita dei cittadini stranieri che hanno scelto il nostro come loro Paese d'elezione e la nostra città come il luogo in vivere e lavorare.

La seconda Proposta riguarda la connessione ciclo-pedonale, nel quartiere Stadio, tra il rione detto 167B e il Parco Melissa Bassi (Trax Road). Il mancato adeguamento della circolazione e dell'infrastruttura stradale attorno al Parco ha tradito lo spirito del progetto, che era quello di riconnettere il Parco al rione, ricucendo la divisione urbanistica tra i rioni prodotta dalla ex provinciale per San Cataldo, che ormai deve configurarsi come strada strada urbana.

Di seguito le Proposte approvate:

Proposta della Consulta sui giuramenti di cittadinanza - 
Il momento del giuramento sulla nostra Costituzione in occasione del conferimento della cittadinanza chiude, per molti stranieri che vivono e lavorano nella nostra città, un periodo, a volte lunghissimo, in cui costoro hanno convissuto, contribuito e partecipato al vivere civile senza condividerne alcuni diritti fondamentali, a partire dal diritto di voto. Il conferimento della Cittadinanza suggella, quindi, un passaggio fondamentale nella vita di chi ha deciso di essere italiano; non per nascita, ma per una precisa scelta. Ebbene, chi sceglie il nostro Paese e si vede conferita la Cittadinanza dopo il lungo iter, oggi, giura sbrigativamente sulla Costituzione nell'ufficio del Dirigente dell'Anagrafe. La Consulta ritiene che tale momento non sia adeguatamente valorizzato nelle forme in cui è attualmente previsto e propone che l'Amministrazione effettui i giuramenti accorpandoli in una cerimonia sobria, ma più pregnante, nella sala consiliare alla presenza del Sindaco o, in mancanza, del vicesindaco o di un Assessore delegato.

Proposta della Consulta sull'interconnessione ciclo-pedonale tra il Parco Trax Road e zona detta 167/B - 
Il Parco Trax Road era, negli intenti della Città e dei progettisti, un elemento di connessione verde tra la cosiddette 167/B e C. Tale funzione primaria ed essenziale del Parco è stata negata da una realizzazione del progetto che ha tradito i suoi presupposti, rendendo ancor più separate le zone che almeno prima vedevano un sovrappasso pedonale di interconnessione, oggi abbattuto. L'attuale SP 364, che taglia in due l'abitato della periferia est della città, segrega e isola il Parco e ne impedisce la fruibilità a chi abita a sud della predetta provinciale. La Consulta propone di realizzare elementi ciclopedonali di raccordo tra i due rioni che mettano in stretta connessione il parco con i cittadini, come attraversamenti ciclopedonali rialzati e illuminati, eventuali sovrappassi o definitiva riduzione della sezione dell'arteria nell'ultimo tratto verso la città, a partire dalla rotatoria all'incrocio tra la SP 364 con via Carlo Leo e viale Roma e sino alla rotatoria di Piazza Palio. Tale tratto della SP364, infatti, si presenta totalmente integrato nel tessuto urbano e non ha più, di certo, le caratteristiche di una strada provinciale quale era un tempo.


Potrebbeinteressarti