Politica Lecce 

Proroga dehors a 30 settembre. Marti: “Risposte concrete tagliando burocrazia”

L'emendamento approvato permette a bar, ristoranti e pubblici esercizi di continuare, dietro pagamento, a usufruire di tavoli e sedie all'aperto per tutta l'estate senza presentare nuove richieste.

La proroga fino al 30 settembre 2022 per l'occupazione del suolo pubblico per i dehors, richiesta dalla Lega e approvata in commissione al Senato, è una risposta concreta a quegli imprenditori che faticano ancora a riprendersi dall'emergenza sanitaria ed economica, e che ci chiedono con forza di non essere lasciati soli nella ripartenza post pandemica”, sottolineano in una nota i senatori della Lega Luca Briziarelli, primo firmatario dell'emendamento, Roberto Marti e Paolo Ripamonti, rispettivamente capogruppo e vicepresidente della commissione Industria al Senato.

“In questo momento di ripresa post pandemica, gli imprenditori e i commercianti - spiega Roberto Marti - hanno bisogno di concentrarsi esclusivamente sul rilancio delle proprie attività e sull’accoglienza dei turisti. Non possiamo caricarli di incombenze burocratiche che spesso prevedono iter lunghi e inconciliabili con l’attività economica”.

“L'emendamento approvato - è scritto poi nella nota congiunta - permette a bar, ristoranti e pubblici esercizi, già ritenuti idonei, di continuare, previo pagamento, a usufruire di tavoli e sedie all'aperto per tutta la stagione estiva senza dover produrre alcuna nuova richiesta e senza che le Amministrazioni comunali possano negarlo. Un altro piccolo passo verso la normalità e la ripresa.


Potrebbeinteressarti

Martini: A Lecce amministrazione incompetente

Il consigliere di opposizione a Palazzo Carafa: Incompetenti e inadeguati, si negano al confronto e non tutelano i cittadini. Incuria delle strade e noncuranza della sicurezza dei pedoni, anche dei bambini. Imbarazzante la vicenda carte identità.