Politica Lecce 

Asse Taranto-Lecce in Commissione Ambiente. Le Province insistono per le quattro corsie

L'assessore ai Trasporti Anna Maurodinoia ha fornito gli aggiornamenti sugli step previsti per l'opera

Per la Statale 7-ter Bradanico-Salentina, l'atteso asse Taranto-Lecce, i lavori sono divisi in tre lotti funzionali, due in corso ed uno allo stato progettuale. Sono le notizie fornite dall'assessore regionale ai trasporti Anna Maurodinoia e dall'Anas, nell'audizione in commissione ambiente del Consiglio regionale richiesta dal capogruppo La Puglia Domani Paolo Pagliaro.
Maurodinoia ha dichiarato che i ritardi sono dovuti tempi di acquisizione dei numerosi pareri e autorizzazioni e non ai finanziamenti, già disponibili. Il primo lotto, la variante di San Pancrazio, conta su 25 milioni di euro è alla progettazione definitiva ed ha completato l'iter autorizzativo nel 2020. Anas conferma per luglio-agosto la consegna dei lavori. Stesso discorso per il secondo lotto, San Marzano-Sava-Manduria. Il progetto esecutivo è pronto, la gara sarà avviata entro la fine dell'anno. Per il terzo lotto, variante Guagnano (risorse pari a 26 milioni di euro), sono stati individuati i progettisti e diverse soluzioni, sulle quali avviare un confronto con la Regione e il territorio.
A parte il tratto a quattro corsie già esistente tra Manduria e San Pancrazio, tutti i progetti finanziati dal Cipe nel 2016 e previsti nel contratto di programma Regione-Anas 2016-2020 sono a due corsie.
“Niente di nuovo, tempi biblici” il commento del proponente Pagliaro, che ha insistito sull'esigenza di una strada a quattro corsie, per mettere in comunicazione gli unici due capoluoghi pugliesi non serviti da un collegamento moderno e sicuro. Sulla stessa linea si sono espressi anche i rappresentanti delle province.
Nel ribadire l'impegno ad azzerare il divario di collegamenti tra tutti i territori, l'assessore Maurodinoia ha dichiarato che la Regione proverà ad inserire le quattro corsie tra le previsioni, ricordando tuttavia che sull'allargamento stradale a due per senso di marcia di una delle varianti della 7-ter grava già il parere negativo del nucleo di valutazione.


Potrebbeinteressarti