Politica Teatro Lecce 

Teatro Apollo, esonero del pagamento concessione per spettacoli in streaming

La decisione della giunta comunale leccese

La giunta comunale ha approvato oggi l’esonero dal pagamento della concessione in uso del Teatro Apollo per le iniziative di artisti e associazioni culturali del territorio che intendono realizzare concerti, spettacoli teatrali e di danza, manifestazioni culturali da trasmettere in streaming o per la realizzazione di riprese video e registrazioni di spettacoli da distribuire in forme diverse dalla fruizione in presenza.

L’esonero (la concessione in uso temporaneo per una giornata ammonta a € 400,00 e per mezza giornata a € 200,00) sarà in vigore fino al prossimo 31 maggio per tutte le iniziative di carattere culturale e artistico e non varrà per iniziative ad esclusivo fine commerciale (es. realizzazione di video per la promozione di prodotti o marchi).

L’esonero riguarderà solo la concessione in uso del teatro, fermo restando che tutte le spese (personale, tecnici ecc.) resteranno a totale carico degli organizzatori, così come le responsabilità circa il mancato rispetto della normativa anti-COVID.

“Si tratta di un piccolo sostegno a quanti in questo periodo vorranno tornare a calcare il palco dell’Apollo per realizzare spettacoli da distribuire nelle modalità che l’emergenza pandemica consente – dichiara l’assessore alla Cultura Fabiana Cicirillo – ci è sembrato doveroso, in attesa di una riapertura al pubblico dei teatri, che ci auguriamo possa avvenire nel più breve tempo possibile, agevolare l’utilizzo del più grande palco della città per quanti volessero impegnarsi nella trasmissione in streaming o la registrazione di spettacoli teatrali”. 


 

Potrebbeinteressarti

Alla scoperta della bellezza, identità celata

Il progetto dedicato ai giovani a rischio devianza è presentato da “Teatro dei veleni” capofila del progetto, in partnership con “Piero Manni srl”, Comune di San Donato di Lecce, Lequile e Calimera.

Katër I Radës, memorie migranti a 24 anni dalla tragedia

Domenica 28 marzo “Katër i Radës - Memorie migranti in diretta streaming da International Theatre Institute Italia”, progetto ideato da Ermelinda Bircaj e dall’International Theatre Institute - Italia, in collaborazione con Astràgali Teatro e Spazio Disponibile, in memoria della tragedia del 28 marzo 1997 nel Canale d'Otranto

Facciamo luce sul teatro

Proteggere e liberare le città dai danni provocati da un’epidemia – intimava Sofocle nel suo immortale Edipo – significa innanzitutto conoscere se stessi, prima che un’intera comunità si ammali di tristezza non riuscendo più a immaginare un futuro